Osmanto arancio: un’ondata di profumo in mezzo centimetro

In questi giorni di settembre fiorisce un arbusto che colpisce chiunque per l’intenso e inaspettato profumo che emana. Inaspettato perché in effetti, a guardarlo, non si lo si crederebbe capace di una tale sorpresa. Assomiglia infatti ad un alloro, con quelle foglie sempreverdi così scure e coriacee. Ma il suo nome botanico parla chiaro: osmanthusolea fragrans: è proprio lui, non c’è dubbio! La cosa più incredibile sono i fiori che espandono l’aroma: sono piccolissimi, quasi delle miniature. Ogni mini-corolla non arriva al centimetro…! Come fa dunque a produrre un profumo così intenso?

Il segreto dell’osmanto arancio sta nella concentrazione degli olii essenziali che contiene e nei fiorellini minuscoli, prodotti in gruppetti, che si posizionano stranamente in modo a volte poco visibile lungo il ramo “imprigionando” le foglie. Di lui ci si accorge …con il naso, in genere nelle sere limpide e fresche di settembre. L’osmanto fa fiorellini bianchi ma la specie “aurantiaca” (osmanthus fragrans var. aurantiacus) di cui vi parlo li fa di un bel arancio delicato, che peraltro si sposa benissimo con il suo profumo, dalle note decisamente agrumate.

Le necessità di questo arbusto sono molto contenute: non ama i venti gelidi ma resiste bene anche al nord Italia, al sole o mezz’ombra, anche in una grossa fioriera con terriccio acido (quello che si usa per le azalee e i rododendri, per intenderci). Tenete umido il terriccio per evitare dissecamenti che possono portarlo a perdere le foglie che recupera con difficoltà. Per il resto durante la stagione calda otterrete una bella quinta verde di qualche metro (se lo potate un paio, se non lo potate ed gli date spazio in terra, ben di più ma con crescita moolto lenta) per più vistose fioriture, in attesa della sorpresa che vi riserverà in autunno. Può essere utilizzato anche come pianta da siepe, attenzione solo a non giocarvi la fioritura con la potatura.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

32 risposte a “Osmanto arancio: un’ondata di profumo in mezzo centimetro

  1. Pingback: Osmanto arancio: un’ondata di profumo in mezzo centimetro

  2. Ciao Marisa.
    L’osmanthus fragrans, quello a fiorellino bianco, di solito si trova abbastanza facilmente nei vivai. Quello arancio è un filo più raro, ma possono procurarlo senza troppi problemi. Se hai difficoltà quello arancio ce l’hanno in catalogo “Ingegnoli” e il vivaio “La Casina di Lorenzo” (anche online) 🙂

  3. Ciao, vorrei sapere se l’osmanto è una pianta tossica o che può nuocere in qualche modo alla salute: vorremmo piantarne alcuni esemplari nel giardino di una scuola.

    • Ciao Laura,
      con i piccoli fiori si fa un tè aromatico, l’oolong all’osmanto e in molti lo tengono in giardino: non mi risultano info sulla sua tossicità.
      Daniela

  4. Ciao Daniela, mi sono innamorata dell’osmanto perchè il giardino della villa secentesca dove era ubicato il mio liceo ne era pieno. È assolutamente inebriante e sicuramente lo inserirò nel mio nuovo giardino. Preciso che fiorisce e, quindi, ci delizia del suo intenso profumo anche in primavera.
    Un caro saluto, Nicoletta

    • Ciao Nicoletta,
      grazie mille per il tuo gentile commento. Da me fiorisce solo a settembre, ma so che dove si trova bene, spesso e volentieri fiorisce già a primavera.
      Insomma, una pianta davvero preziosa!

  5. Cerco da parecchio tempo di trovare piante di osmanto arancio di cui mi sono innamorata, niente da fare,
    abito in Sardegna qualcuno mi aiuta? grazie.

  6. ciao , da 10 anni la mia Olea fragrans fiorisce di fiorellini bianchi a Milano sul balconcino esposto a est . Questo non solo a fine settembre ( Massimo di fioritura) ma anche in primavera e a fine agosto. Proteggo solo un po’ il vaso in inverno

  7. A questo punto mi sorge un dubbio: la mia sara’ osmantus oppure olea fragrans? Le foglie NON sono contornate da punte( tipo agrifoglio).Boh grazie

  8. Ho una pianta con questi fiorellini bianchi e profuma ma non in modo inebriante como ho sentito da una mia amica è forse una varietà meno profumata?

  9. Pingback: osmanto in giardino | aboutgarden

  10. una ventina d’anni fa ho comperato, per caso, un’olea fragrans dai fiorellini bianchissimi. l’ho posta a sud-ovest sotto una betulla e vicino a una siepe di lauro cerasa, in un fazzoletto di terra. la innaffio solo d’estate e non le propino altre cure, se non un po’ di concime. ho provato a riprodurla per talea, ma nulla da fare. sarà alta tre metri.
    il bello è che profuma diverse volte l’anno, appena vede una “spiera” di sole, come diciamo noi veneti. mia moglie non ci credeva, ma ha dovuto darmi ragione, perché ho contato in un anno, specie nelle ultime stagioni, almeno 5 fioriture diverse.
    il bello sta che abito in fondo ad una via lunga un centinaio circa di metri e il profumo (ho un olfatto assai accentuato) lo percepisco a metà via. imboccando all’inizio questa via percepisco il profumo più intenso di un “osmato arancio” messo a dimora da mia cognata che abita a cinquanta metri da casa mia. il profumo dell’arbusto dai fiorellini di color bianco è più delicato e si avverte a mattina presta e a inizio sera, mentre quello dai fiori d’arancio è più intenso ,ma gradevole. ne pianterei da per tutto!
    alfredo pescante rubano padova

  11. Talee Osmanto.
    Si deve utilizzare ora delle talee semilegnose, quindi non nuovi germogli, ne legno troppo vecchio.
    Diciamo quel legno spuntato a primavera, che ora sta lignificando, grosso come una matita o poco meno. Prevedi di avere dai tre ai quattro nodi.
    Taglia subito sotto il primo e subito sopra il terzo/quarto. Lascia solo un paio di foglie, anzi se sono troppo grandi spuntale
    (meglio se c’è una certa proporzione tra le foglie e la porzione di ramo), inumidisci la base, sporca con dell’ormone e infila più talee in un vaso (da cm 18/20 mettine 3/4).
    Poi vista la stagione un pò avanzata e la tua presumibile residenza, copri un un sacchetto di nylon il vaso dopo aver bagnato il terriccio,
    che dovrà essere un mix di terriccio per piante fiorite e sabbia (è un mix un pò spartano, ma va bene lo stesso).
    Lascia le piantine fuori, riparate dal sole diretto e dalla pioggia, poi ricovera quando sarà inverno in un luogo luminoso e fresco. E, naturalmente, buona fortuna!

  12. Da esattamente 1 anno ho piantato 2 Osmanto con l’idea di una piccola siepe profumata; uno bianco già in fiore e ha fiorito continuamente, l’altro arancio ma non ho mai visto un fiore e nemmeno una foglia nuova! Cosa dovrei fare per risvegliarlo dal letargo??
    Lisa Treviso

  13. oggi o finalmente comprato un piccolo osmanto ,mi anno detto che fiorisce in primavera,e i fiorellini sono bianchi ma il mio grande desiderio e avere l’osmanto con i fiori arangio il giardiniere mi a detto che non esiste….,dove potrei trovarlo? mi potreste autare per favore? vi ringrazio e vi saluto cordialmente

    Fortunata

  14. Ho appena comprato un olea fragrans arancio per inserirla in una siepe mista con viburno tino e ibiscus. Non ho capito che altezza può raggiungere ( la posizione e’ molto soleggiata vicinissima al mare del Cilento. E la crescita come e’ visto che la piantina e’ appena di 40 cm. Dovrò aspettare molto per i due metri? Grazie
    Paolo

  15. Bonjour,
    Où puis je commander ou acheter (en France) un Oléo Arancio?
    Osmanto arancio: un’ondata di profumo in mezzo centimetro

    Merci pour votre réponse
    Bonne journée
    Isabelle Coulon

  16. Ho letto tutti i commenti precedenti ! Una domanda a tutti , devo aquistare 30 piante di Osmanto però volevo fare 15 bianche e 15 arancione , mi chiedevo che differenza ci fosse nel profumo perché io le sto prendendo solo per quello è se magari so che il bianco profuma più dellarancione o viceversa allora opto per maggior profumo !!!

    • Ciao Giuliano,
      bella l’idea di usare entrambi i colori, mi piace: avendoli annusati entrambi io non ho rilevato particolari differenze. Sono entrambi profumatissimi secondo me, ma puoi fare la prova in qualche vivaio che li tiene entrambi in occasione della fioritura di settembre.

  17. Il profumo di questa pianta fa parte della mia vita: in una vita sempre di corsa sentire il suo profumo mi risveglia e scadenza l’anno. Settembre!!
    Pensate ke solo l’anno scorso ho scoperto il suo nome : per ben 5 anni girando per la mia città riconoscevo il profumo ma nn “vedevo” la pianta. Ho chiesto a parenti amici, gente anche con pollice verde ma nulla. Solo un’anno fa si è rivelata : dove lavoro ne è stata sistemata una pianta ed ho potuto osservarla , poi cercando in internet ho conosciuto il nome. Ora nn vedo l’ora di acquistarne una per “deliziarmi” il naso….

    • Proprio vero, Marilena, è un profumo a cui non si può rinunciare! Inoltre la sua caratteristica di mantenere la foglia d’inverno anche dove gela lo raccomanda a chiunque abbia un giardino o un terrazzo. Una pianta veramente preziosa 😉

  18. Ciao a tutti, anche io ho una bellissima pianta di olea fragrans di 30 anni e come dice Marilena, il suo profumo fa parte anche della mia vita. E’ posizionata vicino alla cucina e al portico sfruttatissimo nelle belle stagioni, per cui potete immaginare quanto possa godermela!!!Fiorisce a primavera e in autunno: in autunno il profumo è molto più intenso. Ora, io vorrei potarla un tantino perchè ormai si appoggia sul tetto, ma se non azzecco i tempi giusti, temo poi di non sentire più il suo profumo. Per cui, fiorendo 2 volte, quale sarebbe il periodo giusto per contenerla un po’? Grazie!!

    • Ciao Elena,
      ti risponde il giardiniere professionista Sandro Degni. Ecco il suo consiglio:
      in linea di massima su olea fragrans non bisognerebbe intervenire considerata l’età e la crescita molto lenta, ma se proprio è necessario, occorre usare le cesoie in modo graduale, praticando una spuntatura leggera dei rametti in queste settimane (cercando di mantenere una forma armonica) e poi ripetendo l’operazione dopo la fioritura primaverile. Non si tratta quindi di una vera potatura: i rametti andranno solo accorciati e questo permetterà alla pianta di presentarsi ancora ben “vestita” e di reagire meglio al trauma.

  19. Vorrei acquistare una pianta di olea fragrans bianco in vaso ma già grandicello (intorno ai 2 metri). Vivo a Lecce .Dove posso trovarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *