San Valentino: scopriamo il significato dei fiori

A San Valentino abbiamo un’opportunità particolare, che in genere non ci si presenta nel resto dell’anno. Possiamo comunicare con i fiori. Regalando una corolla, a seconda del colore e del tipo di fiore che abbiamo scelto, possiamo mandare un messaggio alla persona oggetto delle nostre attenzioni. Ma cosa possono comunicare i fiori che troviamo dal fioraio?

Conosciuto anche come “florigrafia”,  di antica origine orientale, il cosiddetto “linguaggio dei fiori” ebbe fortuna nell’Ottocento: corolle e allestimenti floreali venivano utilizzati per esprimere sensazioni che non sempre potevano essere pronunciate. Due i testi più conosciuti che trattano questo affascinante tema: il codice di Miss Corruthers of Inverness scritto nel 1879 a Londra e quello di una dama parigina che, nel 1819, sotto lo pseudonimo di Madame Charlotte de Latour, pubblicò il testo “Le Language des Fleurs”. Il tempo e le usanze hanno poi modificato le emozioni attribuite ai fiori da queste autrici ma certo l’idea di comunicare con i fiori intriga e attira anche ai giorni nostri, con un vantaggio in più: noi abbiamo molte più varietà tra cui scegliere! Ecco dunque qualche “messaggio”, tratto dal libro di Madame, che potete mandare al vostro amato/amata, usando un semplice fiore. Le curiosità non mancano, per esempio con i frutti, che portano anche loro dei messaggi. E attenzione ai fiori che abbinate e ai colori che usate: il significato può cambiare di parecchio!

Amarillis: fierezza
Arancio: generosità
Artemisia: beatitudine
Bocciolo di rosa: gioventù
Biancospino: speranza
Bocciolo di rosa bianca: cuore che ignora l’amore
Dalia: la mia riconoscenza supera le tue cure
Edera: amicizia
Erica: solitudine
Felce: sincerità
Fiordaliso: delicatezza
Fragole: bontà esemplare
Garofanino del Poeta: finezza
Garofano: amore vivo e puro
Garofano giallo: disprezzo
Gelsomino bianco: amabilità
Giacinto: gioco, benevolenza
Giglio: maestosità
Ginestra: raffinatezza
Ginepro: maestosità
Girasole: falsa ricchezza
Giunchiglia: desiderio
Glicine: amicizia cara e desiderabile
Ibisco: amore remissivo e mesto
Iris: fiamma
Lavanda: diffidenza
Lillà: primo batticuore
Lillà bianco: giovinezza
Margherita piccola: innocenza
Margherita dei prati: ci penserò
Margherita piccola doppia: condivisione degli stessi sentimenti
Mughetto: felicità ritrovata
Narciso: egoismo
Narciso dei Poeti: disinllusione
Ninfea: eloquenza
Ortensia: freddezza
Papavero: consolazione
Papavero bianco: sonno del cuore
Peonia: onta
Primula: adolescenza
Ranuncolo asiatico: sei piena di fascino
Rosa: bellezza
Rosa con una foglia: mai inopportuna
Rosa bianca: silenzio
Rosa bianca con rosa rossa: pene d’amore
Rosa gialla: infedeltà, gelosia
Statice: simpatia
Tuberosa: voluttà
Tulipano: dichiarazione d’amore
Veronica: fedeltà
Violetta: modestia
Violetta bianca: candore

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “San Valentino: scopriamo il significato dei fiori

  1. Pingback: San Valentino: scopriamo il significato dei fiori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *