Sanremo: il “Festival senza fiori” fa discutere

Continua la polemica sul Festival di Sanremo di quest’anno, spoglio di fiori con l’unica eccezione dei bouquet per gli ospiti e… la boutonnière degli orchestrali… Dopo la richiesta del sindaco di Sanremo, Maurizio Zoccarato, alla vigilia del Festival, di promuovere un prodotto così importante per l’economia della Riviera, arriva ieri la dichiarazione del presidente del Consiglio Comunale di Sanremo, Marco Lupi. 

Pur apprezzando la scenografia dell’Ariston in questa 60° edizione del Festival della canzone, Lupi precisa che si tratta di una “scenografia bellissima che però potrebbe essere realizzata in qualsiasi parte del mondo, mentre qui a Sanremo dovrebbe essere realizzata in modo da rappresentare al meglio la nostra città, conosciuta ovunque con il nome di “Città dei Fiori”. Appare incredibile che da decenni si riesca a realizzare palchi meravigliosamente arricchiti dei nostri fiori nella città di Vienna al tradizionale concerto di Capodanno e non si riesca a fare la stessa cosa a casa nostra”.

 E le voci contrariate arrivano direttamente dalla città: per Ida Guglielmi, proprietaria del fioraio più antico di Sanremo, il Festival senza fiori è uno schiaffo alla categoria, mentre per la titolare di Sanremo Fiorita “noi abbiamo una vetrina famosa come il Festival e la sprechiamo. Dal mio punto di vista si sta facendo di tutto per far scappare il Festival dalla nostra città”. Qualcuno in Rete propone addirittura di introdurre dei crisantemi, per celebrare il funerale dei fiori del Festival… Magra consolazione: almeno lo splendido bouquet della seconda serata è nella foto di Rania di Giordania sulla prima pagina del Corriere della Sera di oggi…

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

4 risposte a “Sanremo: il “Festival senza fiori” fa discutere

  1. Pingback: Ecco il bouquet della terza serata del Festival

  2. Si, è vero che Sanremo senza fiori perde moltissimo, però già la Rai spende milioni di euro x gli ospiti “inutili”, x i vestiti sfarzosi, i nostri soldi, è un anno di pura crisi, è giusto risparmiare dove si può… è pur sempre una tv statale!!!!

  3. Pingback: Ecco il bouquet della terza serata del Festival | Parole in libertà

  4. Pingback: Gara di fioristi per il prossimo Festival di Sanremo | Parole in libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *