La pianta perfetta per l’ufficio

Nel luogo di lavoro si trascorre spesso più tempo che a casa propria. E tra scrivanie, moquet, telefoni e computer, sentiamo a volte la necessità di vedere qualcosa di vivo vicino a noi. E visto che difficilmente potremmo portare al lavoro il nostro amico a quattro zampe, una bella alternativa sono le piante. Già, ma quali piante? Perché la questione, che sembra banale, in realtà non è facilissima! Ma Fiori&Foglie ha una candidata assolutamente perfetta da proporre!

Gli ambienti dove si lavora alla scrivania offrono qualche criticità a cui non tutte le specie si adattano volentieri. Prima di tutto non tutte le scrivanie hanno un’esposizione ideale: il nostro tavolo può essere lontano dalle finestre, o trovarsi a nord, dove non arriva molta luce: devono dunque accontentarsi in questi casi della luce artificiale. E’ vero, le piante da ufficio sono protette dal freddo invernale, ma devono adattarsi ad un ambiente secco con bassissima umidità e a dei periodi di cure scarse o nulle (quando siamo in ferie o in malattia).

Certo, esiste da tempo una pianta capace di affrontare tutto questo benissimo, e infatti negli uffici si può dire che non solo sopravvive, ma addirittura prospera: è il Pothos o Scindapsus, in genere nella versione variegata. E’ in pratica una pianta invincibile: nulla la uccide e questo ne ha decretato il successo. Se poi uniamo a questo la facilità di riprodurlo tagliando un semplice pezzetto di ramo e che  può vivere anche in sola acqua… Ma c’è un’altra pianta che di sicuro può rendere bella una scrivania spoglia, oltre al nostro amico di vecchia data, e vuole ancora meno cure dell’inossidabile pothos. 

Parliamo della Zamia (zamioculcas zamiifolia). Questa pianta ha pregevoli caratteristiche che la rendono perfetta per gli ambienti di lavoro: vuole poca pochissima acqua e le sue foglie sono lucide “per natura”. Neanche la polvere tipica degli ambienti chiusi riesce ad appannarle! Il portamento eretto e il design modernissimo la rendono perfetta per rivestire un angolo nudo e il vigore che dimostra la rende continuo oggetto di ammirazione.

Le sue esigenze poi sembrano fatte apposta per il classico ufficio:
poche radici e cresce lenta, quindi ideale da tenere in vaso
– è pianta da sottobosco, che quindi si adatta benissimo alla poca luce
– vuole poca acqua perché conserva a lungo quella che riceve nei suoi grossi fusti (quindi, occhio agli eccessi!!)
– occupa poco spazio perché esige un vaso stretto, altrimenti tende a “spampanarsi” disordinatamente.
Se poi vi dico che la trovate facilmente al supermercato o ai grandi magazzini… Ma che volete di più? 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “La pianta perfetta per l’ufficio

  1. Anche la Sanseveria, pianta mitica che si trovava nelle case in passato, ora si sta riscoprendo come pianta antismog!!!!!!!!!
    Anch’ess facile da riprodurre!!!!!!!!!
    Ciao Daniela:-)

  2. Buongiorno, sono un dipendente di un’azienda composta da circa 150 dipensdenti ognuno con la propria scrivania, lavoro in ufficio 8 ore al giorno per 5 giorni e da circa un anno mi prendo cura di una pianta “cupressus goldcrest wilma”. Un Collega lamenta il fatto di essere allergico al Cipresso e per questo vuole che rimuova la mia pianta dalla mia postazione…Sapreste darmi dei consigli? Non ho Nessun Diritto? Grazie

  3. Pingback: Riciclo verde in ufficio | Fiori & Foglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *