Gli alberi? Da mettere a bilancio

Nel ponente cittadino ligure, a Voltri, Pra’ e Pegli, grazie a un recente censimento del verde sono stati contati circa 5.500 alberi negli spazi e nei giardini comunali. Il censimento, iniziato lo scorso anno, ha contato, e registrato in un database con indicazioni georeferenziali, oltre 2 mila alberi tra giardini e vie alberate, più un migliaio a Villa Durazzo Pallavicini nella parte già accessibile al pubblico e altri 2.500 piante nella zona ancora chiusa. “Il verde ha un valore economico che sarebbe da mettere a bilancio – ha commentato l’assessore comunale ai parchi Pinuccia Montanari – sarebbe opportuno non solo dare un valore al patrimonio immobiliare ma anche a quello ambientale, perchè se gli alberi hanno un costo al momento dell’acquisto, a maggior ragione hanno un valore quando raggiungono la loro massima crescita. Basta pensare che un albero regala diversi litri di ossigeno all’ora”. Insomma, forse anche in Italia i comuni stanno cominciando a concepire il verde non solo come un costo ma anche come un investimento necessario per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Gli alberi? Da mettere a bilancio

  1. che sia la volta buona?….
    e pensare che è un po che lo si dice!?!
    ci sono studi autorevoli sui benefici economici e psicologici sulle persone da parte degli alberi in città
    forza cari assessori una lettura non Vi farebbe male!!!

  2. mi risulta che la società che fa la manutenzione ,Aster, non vede di buon occhio la messa a dimora di nuovi alberi nelle atree pubbliche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *