Monza 2010: le nuove rose parlano tedesco

Se al Concorso di Roma per le nuove rose di quest’anno ha vinto con clamore una rosa giapponese, quella di Keisei, a Monza sono i tedeschi a fare incetta di premi. Fortissima come sempre la presenza francese, ampiamente riconosciuta con molte medaglie. Ma parla la lingua tedesca sia il primo premio per le rose da taglio, le cosiddette “HT” (ibridi di Tea), attribuito all’ibridatore Kordes, sia quello per le rose arbustive e rampicanti, vinto da un altro tedesco, Tantau, con una splendida climber rosa bengala. Una sorpresa viene dalla rosa più profumata: sia il Concorso di Monza che quello di Roma hanno premiato la stessa varietà, ‘Crazy Fashion’ prodotta dagli italo-francesi di Nirp International, una stupenda rosa variegata rosa-amarena. E non è stato facile per le rose quest’anno mostrarsi al meglio nel roseto di Monza…


La stagione insolitamente fredda ha portato un gran ritardo nelle fioriture e molte delle rose in gara erano un tripudio di boccioli con però pochissimi fiori aperti. Inoltre la giornata di venerdì 21 maggio è stata molto calda: soprattutto nelle rose dai colori più scuri e nuovi, nelle tonalità dal malva al viola, si potevano già notare cedimenti e bruciature. Un vero peccato per queste affascinanti varietà, che da alcuni anni si presentano al concorso, che però difficilmente reggono bene il sole pieno. Ma è giusto, il concorso valuta tutte le rose a parità di condizioni. Le premiate di quest’anno (vedi la nostra fotogallery) dunque a maggior ragione si sono meritate davvero la medaglia, considerato il meteo avverso, che ha reso di sicuro la gara estremamente ardua e intensa. Una menzione merita anche il premio romano per la categoria delle rose “climber” ovvero delle rampicanti, vinto quest’anno da un giovane italiano, Davide Dalla Libera, che già l’anno scorso si era distinto a Monza.

Madrina della cerimonia di premiazione, presentata da Silvano Fumagalli, è stata una donna di successo, come vuole tradizione del concorso: Xian Zhang, giovane direttrice cinese dell’orchestra sinfonica Verdi di Milano. Il suo italiano non sarà stato perfetto, ma la simpatia con cui si è presentata sul palco della splendida Sala degli Specchi della Villa Reale di Monza era palpabile. Illustri ospiti gli ibridatori internazionali,  la neo presidente della World Federation of Rose Societies Sheenagh Harris, membro della giuria, Marco Mariani, il sindaco di Monza, Dario Allevi, presidente della Provincia di Monza e Brianza, e il tradizionale “naso” professionista per il premio profumo, Philippe Sauvegrain. Ma già nel roseto occhieggiano le nuove rose che si sfideranno “all’ultima spina” nel 2011…

ECCO LE NUOVE ROSE PREMIATE DAL CONCORSO DI MONZA “UNA ROSA E’ UNA ROSA” 2010

LA ROSA PIU’ PROFUMATA (Premio “Corona della Regina Teodolinda)
Nirp International – ITALIA/FRANCIA con la rosa ‘Crazy Fashion’

CATEGORIA ROSE DA TAGLIO (o a grandi fiori)
Primo premio: Kordes – GERMANIA
Secondo premio: Delbard – FRANCIA
Terzo premio: Meilland – FRANCIA

CATEGORIA ROSE FLORIBUNDE (con fiori a mazzi)
Primo premio: Meilland – FRANCIA
Secondo premio: Meilland – FRANCIA
Terzo premio: Kordes – GERMANIA

CATEGORIA ROSE ARBUSTIVE, RAMPICANTI, PAESAGGISTICHE E MINIATURE
Primo premio: Tantau – GERMANIA
Secondo premio: Meilland – FRANCIA
Terzo premio: Louis Lens – BELGIO

LA ROSA PER L’ARREDO URBANO
Meilland – FRANCIA

LA PIU’ BELLA ROSA ITALIANA
Barni – ITALIA

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *