La rana super-mamma che cresce i piccoli dentro alle bromelie

Ricordate l’articolo di qualche tempo fa sulle bromelie, curiose piante tropicali che crescono sugli alberi ma che spesso coltiviamo in casa? Beh, proprio in questo periodo su Retequattro sta andando in onda la serie di documentari “Life”, con le fantastiche riprese della BBC sulla natura. E ci ha colpito un servizio dedicato ad una rana, coloratissima quanto minuscola, che ha sviluppato un rapporto tutto particolare con queste piante. Vi riproponiamo qui il VIDEO…

Una piccola rana, dicevamo, ma da guardare con grande rispetto: si tratta infatti di una delle famose “rane della freccia” quelle che, per intenderci, forniscono il potente veleno per i dardi degli indios del Sudamerica (ma la specie più tossica è la Rana Dorata, Phyllobates terribilis: il veleno di un esemplare può uccidere 10 uomini). E la cosa più interessante è il sistema che questa stupenda ranocchietta utilizza per allevare i propri girini: CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Ma, vi chiederete, e le bromelie che cosa centrano con la rana? Ecco, proprio qui sta il bello: le bromelie, con il loro pozzetto d’acqua dolce al centro, sono le nursery che mamma-rana ha scelto per far crescere i piccoli. Quei due-tre centimetri d’acqua dolce in mezzo alla foresta su alberi altissimi bastano per permettere al girino di svilupparsi arrivando alla vita da adulto. E per realizzare tutto questo, mamma-rana se li “carica in spalla” e fa un percorso assolutamente incredibile….

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “La rana super-mamma che cresce i piccoli dentro alle bromelie

  1. sono estasiata dai due vidio che ho appena visto
    quello dell\’ucello giardiniere e della rana.
    mi sembrano due capolavori sia per le riprese che per gli argomenti bellissimi scelti, mi sono commossa.

  2. Pingback: Al via “Lo spettacolo della natura” con Tessa Gelisio | Parole in libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *