Fiori per il bouquet sì, ma… di gioielli!

Dall’America si sta diffondendo la moda dei bouquet da sposa che durano per sempre. Abbiamo già avuto modo di ammirare e di parlare dello speciale bouquet della wedding blogger Chiara Besana ma escono sempre nuove proposte alternative ai tradizionali bouquet di fiori freschi che, anche solo per curiosità, è bello conoscere e scoprire. Questa volta vi proponiamo i Brooch Bouquet, creati dalla flower stylist californiana Amanda Heer.

Le creazioni di Amanda sono romantiche quanto elaborate composizioni ottenute appuntando ad uno speciale supporto spille vintage, bijoux ed accessori vari, arrangiandoli come fossero fiori veri.
Il risultato è sempre unico ed irripetibile.

Amanda, con la sua Fantasy Floral Design si occupa di allestimenti floreali per eventi e celebrazioni ma la sua notorietà e dovuta, oltre che alle sue spettacolari composizioni di fiori freschi, proprio ai brooch bouquet. Eccone qualcuno…

Lo studio degli allestimenti parte da colloquio tra Amanda e la cliente, per scoprire i suoi gusti, i suoi desideri, le sue aspettative. Certamente anche il budget disponibile ha la sua importanza (un brooch bouquet si aggira sui 300 dollari) ma, se date uno sguardo alla galleria fotografica del sito, vedrete che anche le scelte low cost non hanno nulla da invidiare per qualità e stile a quelle più sontuose.

Per quanto riguarda invece la composizione dei brooch bouquet, Amanda, oltre ad offrire una pressochè sterminata collezione di spille e bijoux vintage, è felice di poter usufruire della costume jewelry di proprietà della sposa stessa: del resto collezionare la bigiotteria ad hoc in attesa del grande giorno potrebbe essere un’attività molto divertente!

Dal blog di Amanda, dove sono raccolte foto e racconti dei matrimoni, mi ha intenerito leggere di quel brooch bouquet alla cui realizzazione avevano contribuito con i loro bijoux tutti i parenti della sposa e pure i vicini di casa. Ed ecco la foto delle nonne che esaminano il bouquet, intente a riconoscere il loro personale apporto…

La fantasia di Amanda Heer nel creare bouquet di nozze però non si ferma qui. Esistono anche i suoi Vintage Love Letters Bouquet i cui fiori sono ritagliati da vecchie lettere d’amore scovate nei depositi dei rigattieri ma che, volendo, possono anche essere benissimo le lettere d’amore degli sposi stessi. Questi bouquet vengono arricchiti anche da piccoli ritratti di famiglia che abbiano un particolare valore affettivo per gli sposi.

Sicuramente queste soluzioni non incontreranno il gusto di tutti e il fascino dei fiori freschi per una sposa è innegabile, ma quanto amore ed affetto accompagnano la sposa all’altare con questi bouquet?

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Fiori per il bouquet sì, ma… di gioielli!

  1. La mia amica, che si è sposata questo aprile, l\’ha fatto tutto di bottoni! Era troppo bello!Peccato non abbia una foto sottomano perchè era meraviglioso! Lo sposo ovviamente aveva il richiamo… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *