Stress d’inizio anno: un aiuto dai fiori (di Bach)

La fine dell’anno ha messo al pettine i nostri bilanci e, se stiamo attraversando un periodo difficile, i nostri sentimenti per l’inizio del 2011 possono volgersi al negativo e renderci difficile la ripresa dopo le feste. Stress e stati d’animo negativi possono peraltro avere ripercussioni sulla salute dell’organismo. Sembra curioso ma i fiori sono alla base di una cura naturale che si propone di alleviare i disagi dell’animo: si tratta dei Fiori di Bach, in cui le corolle assumono un ruolo salutistico, ben diverso dal giardinaggio o dalla decorazione.

Secondo Vera Paola Termali, esperta del centro di ricerca Cerifos di Milano, un valido aiuto può venire dalla Floriterapia originale del dottor Bach: trentotto rimedi a base di fiori ed erbe che possono influire positivamente su molteplici situazioni di disagio e conflitto. “Una terapia naturale – prosegue Termali – sperimentata con successo da oltre ottant’anni, accettata dall’OMS, e che si è dimostrata efficace non solo nell’affrontare le lievi ansie di tutti i giorni, ma anche quando si manifestano problemi e patologie più gravi, da gestire con calma e lucidità. Non è necessario ‘credere’ in questa terapia: i Fiori di Bach funzionano anche nei bambini, negli animali e nelle piante. Dato che sono stati sviluppati come metodo di auto-aiuto, tutti possiamo imparare a trarne beneficio in relazione alla nostra personalità e ai nostri problemi, con dei corsi ad hoc”.

Per esempio, contro i pensieri neri tipici dei bilanci di fine anno, dice la Termali, “sono utili Gentian contro pessimismo e delusione, Scleranthus per non bloccarsi davanti alle decisioni, Wild Rose contro la rassegnazione, Cerato per l’intuito e il coraggio di cogliere le occasioni”.

Passato Capodanno, la ripresa del lavoro può essere faticosa. Niente paura: “Qui ci vuole Hornbeam – spiega  Termali – ottimo per combattere il ‘monday morning feeling’, magari insieme a Olive, che dà energia fisica, e a Crab Apple, per purificare l’organismo dagli stravizi alimentari”.

I Fiori di Bach sono reperibili nelle comuni farmacie ed erboristerie. E’ consigliabile comunque non assumere tutti i rimedi insieme: si rischia infatti di non distinguere i benefici delle singole essenze. I rimedi vengono venduti in singole boccette in soluzione alcolica e vanno assunti nella misura di 4 gocce al sotto la lingua 4 volte al giorno.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *