Metti una carnivora… in bagno!

Durante il lungo inverno dove fa molto freddo il panorama all’esterno non è molto allettante. Ma nelle nostre calde case le cose possono essere molto diverse. In particolare ci sono alcuni locali, come il bagno che, se dotati di una finestra, possono diventare ambienti ottimali per alcune piante, rendendo la casa più decorativa e più verde. Una delle piante più curiose e inusuali da mettere in bagno è una carnivora, la Nepenthes. Questa pianta normalmente vive in paesi tropicali, dove c’è luce, calore e una forte umidità nell’aria, condizioni che in appartamento possiamo facilmente replicare proprio dove l’acqua scorre più spesso: in un bagno luminoso.

La caratteristica più evidente della Nepenthes sono le sue “trappole” (ascidi) pendenti, fatte a forma di sacco o caraffa, da cui gli insetti, una volta entrati, non riescono più ad uscire. Le trappole in effetti hanno un coperchio ma non si chiudono: contengono al loro interno un liquido che “digerisce” la preda, nutrendo la pianta. La Nepenthes è un’epifita (in natura cresce tra i rami degli alberi) dunque si presta bene ad essere appesa in un vaso sospeso, oppure ad una mensola (qui trovate la bella esperienza di Salvatore Pagano).

L’importante è che la vostra Nepenthes, che ormai si trova abbastanza spesso in vendita nei vivai e nei garden, venga posizionata non troppo distante da una finestra. Se poi il bagno godrà di una posizione particolarmente favorevole, ad ovest per esempio, con molto sole, ricordate di schermare il vetro, in modo che la pianta goda di una parziale protezione dai raggi solari che potrebbero scottarla. Fondamentale invece evitare di bagnarla con acqua del rubinetto: usate sempre acqua distillata. Nebulizzatela spesso (se in casa d’inverno l’aria è molto calda e secca, è consigliabile metterne un paio di centimetri anche nelle trappole in modo da evitare che si secchino)  e tenete il terriccio sempre umido.

Attenzione solo a due fattori: la Nepenthes non ama gli spostamenti, quindi decidete con cura prima dove metterla. Considerato poi che d’inverno nelle nostre case non ci sono molti insetti, è opportuno nutrire la pianta con del concime molto diluito (per esempio sangue di bue nella dose di 1ml per litro di acqua distillata) da mettere una volta al mese dentro le trappole. E sicuramente entrando nel vostro bagno, la vostra casa vi sembrerà molto più rigogliosa e verde anche nella brutta stagione, con un tocco originale tutto particolare…

Risorse utili:
Sito dell’Associazione Italiana Piante Carnivore: www.aipcnet.it
Un ottimo forum di appassionati di Carnivore: Rexplants

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *