Metti l’ananas in salotto

I frutti tropicali portano sempre con loro un fascino tutto speciale: forme e colori a cui non avremmo mai pensato si abbinano, creando qualcosa di intrigante e a volte assolutamente succulento. Alcune delle piante che generano questi deliziosi frutti possono essere coltivate anche alle nostre latitudini se assicuriamo loro condizioni simili a quelle dell’ambiente da cui provengono. Sarà piuttosto complicato, in certi casi, ottenere frutti commestibili ma le piante potranno vivere bene e svilupparsi decorando piacevolmente le nostre case durante il freddo inverno. Un caso tipico è proprio la pianta dell’ananas: il frutto infatti nasce da un cespo di foglie rigide estremamente bello da vedere, capace di adattarsi bene ad un bel salotto luminoso.

Coltivare l’ananas in casa è piuttosto semplice una volta che si conoscono le sue necessità. A fini ornamentali ne sono state selezionate diverse varietà “nane” che mantengono dimensioni contenute. Durante l’inverno è facile trovare questa pianta nei garden. La più ricercata è la forma variegata di Ananas comosus (bellissima la ‘Ivory Coast’), di solito in vendita completa del bel frutticino già in formazione.

Non aspettatevi però che quel mini-ananas diventi grande come quello che trovate al supermercato! La pianta infatti difficilmente riuscirà a portarlo a maturazione: per questo processo richiede temperature molto alte, ben di più di quelle che possiamo fornire in un comune appartamento durante l’inverno. Inoltre le varietà ornamentali vengono selezionate per il loro potenziale decorativo e non per il sapore dei frutti. Più probabilmente il mini-ananas si seccherà, ma con grande lentezza. Per almeno un mese rimarrà perfettamente decorativo. Nel frattempo dovremo dare alla pianta ciò che le serve per vivere: caldo, luce e grande umidità, soprattutto ambientale. Ama dunque essere nebulizzata spesso sulle foglie con uno spruzzino riempito d’acqua (meglio se demineralizzata), mentre il terriccio del vaso deve rimanere sempre appena umido e morbido intorno alla pianta. Dove invece l’inverno è mite, la pianta dell’ananas può essere piantata direttamente in giardino.

L’ananas è una bromelia (ricordate che ne abbiamo parlato?): il suo sviluppo quindi segue un ciclo ben definito. Quando seccherà il frutto, bisognerà tagliarlo. Dopo qualche tempo la pianta seccherà anche le foglie, ma non temete. Prima di “morire”, accanto al cespo “madre” cresceranno dei piccoli cespi di foglie nuove che, dopo qualche anno, fioriranno a loro volta (per facilitare la nascita dello stelo fiorifero, mettete vicino alla pianta mele e banane molto mature comprendo pianta e frutti con un sacchetto trasparente: l’etilene emesso indurrà la fioritura). E nel salotto di casa ospiterete così un piccolo pezzo di tropico!

Una pianta d’ananas particolarmente ornamentale è l’Ananas lucidus (anche variegata). Le foglie, senza spine e lunghe circa 80cm, hanno una tinta decisamente bronzea che si intensifica con il sole. I frutti sono piccoli e rosati e possono essere usati come reciso per il flower design nella creazione di composizioni dal tocco tropicale.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *