Le case del futuro saranno fatte di …cactus?

Proprio così, sembra tutto vegetale il materiale con cui si potrebbero costruire in futuro i muri delle nostre case. Si tratta precisamente delle “pale” di Fico d’india (Opuntia ficus-indica), che potrebbero trovare un utilizzo del tutto innovativo in edilizia come efficaci pannelli isolanti. L’importante scoperta, si legge in un servizio pubblicato dal Quotidiano di Sicilia, è stata fatta da due docenti della facoltà di Ingegneria di Palermo, Antonio De Vecchi e Antonino Valenza, che hanno realizzato in laboratorio un pannello isolante interamente naturale.

”La pianta – spiega il professor Valenza – opportunamente trattata, disidratata, macinata ed essiccata, viene assemblata con leganti o collanti. La novità è rappresentata dalla tipologia del materiale usato che fino ad oggi non ha trovato applicazione nel settore edilizio ed ha invece grandi potenzialità sia per la facilità di reperimento del prodotto che costituisce una fonte di materia prima rinnovabile, sia per la grande disponibilità di fico d’india in Sicilia. Inoltre, attraverso i nostri studi, abbiamo potuto evidenziare le buone prestazioni termo-acustiche raggiunte”.

I ricercatori prevedono di sviluppare una tecnologia innovativa sfruttabile in edilizia per coperture, solai, pareti interne ed esterne ed in tutti quei sistemi in cui è richiesto un miglioramento della coibenza. Il prodotto può essere realizzato industrialmente con costi competitivi. ”Non contiene sostanze tossiche – aggiunge De Vecchi – e il pannello è riciclabile e riutilizzabile”.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Le case del futuro saranno fatte di …cactus?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *