In Siberia si progetta “Ecocity 2020”, la città sotto la cupola

Per risanare la zona industriale di Mirniy nella Siberia orientale, si pensa ad una nuova citta’ sotterranea costruita in una cava dismessa: obiettivo del progetto ”Ecocity 2020” e’ di realizzare un’intera citta’ nell’enorme cratere profondo 525 metri e dal diametro di circa un chilometro ricoperta da un’immensa cupola fotovoltaica. Secondo i progettisti, gli architetti russi dello studio AB Elis Ltd, l’idea e’ di creare una nuova citta’ in armonia con la natura che sia ”al riparo” dalla dure condizioni ambientali della Siberia caratterizzate da estati brevi e molto calde ed inverni molto lunghi ed estremamente rigidi in cui le temperature arrivano a toccare i -50 gradi.

Questa città del futuro sara’ in grado di ospitare piu’ di 100.000 persone nei suoi tre livelli principali che comprendono fattorie, foreste, zone residenziali ed aree ricreative. La zona abitativa al cui interno i collegamenti sono garantiti da innovative funicolari e altri mezzi di risalita, si trova al primo livello nella parte periferica del cratere ed al centro e’ collocata l’area verde. Tutto il progetto inoltre e’ sormontato
da una cupola dove sono anche collocati pannelli fotovoltaici. Non mancano questioni sull’effettiva utilita’ ed efficienza del progetto, anche al di la’ dei suoi costi. Qualcuno dubita infatti che la citta’ sotterranea offra, oltre a garanzie di sopravvivenza, anche una vita davvero in conformita’ con la natura come l’idea di eco-citta’ impone.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *