Se ieri avete comprato una gardenia…

Nelle piazze italiane in questi giorni sono state vendute le gardenie dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Se siete tra coloro che hanno acquistato una gardenia (Gardenia jasminoides), ecco qualche suggerimento in 6 brevi punti per assicurare alla pianta una vita lunga e prosperosa. Pronti? Via!

1) Se vivete nel Nord Italia, ora tenete la vostra Gardenia in casa: non fate l’errore di metterla all’esterno subito, poiché in questo periodo spesso gela di notte o di mattina presto e la vostra Gardenia, delicata e fresca di serra, non gradirebbe l’esperienza…

2) Attenzione al posto in cui la collocate in casa: la gardenia non è pianta facile. Ama la luce quindi scegliete per lei una bella finestra e ricordate di proteggerla con una tenda quando il sole comincerà a farsi più forte, per evitare ustioni alle foglie

3) Se potete, appena la temperatura è stabile sopra i 10-15 gradi ed è sicuramente passato il rischio del gelo, mettete la vostra Gardenia sul balcone o in terrazzo, in un posto ombreggiato: godrà meglio dell’umidità dell’aria, fiorirà abbondantemente e crescerà molto di più che in casa

4) La Gardenia non ama le correnti d’aria e gli sbalzi di temperatura. Teme però gli angoli dove l’aria circola poco, che favoriscono gli attacchi degli insetti o le micosi

5) Di solito le Gardenie sono vendute in vasi molto piccoli: prima di far fare alla pianta una “vacanza” fuori dal balcone a primavera inoltrata, prevedete di regalarle un vaso nuovo, un pò più grande dell’attuale. Usate il terriccio per azalee e rododendri (non quello universale) con 2-3 cm di palline di argilla espansa sul fondo del vaso. Ricordate di nutrirla da quel momento in poi con concime per piante acidofile, per favorire sviluppo e fioritura

6) Molta attenzione alle bagnature: la Gardenia non sopporta il calcare, quindi l’ideale è bagnarla spesso con acqua piovana o distillata. Ama il terriccio appena umido ma soffre gli eccessi d’acqua, quindi un aiuto è vaporizzare spesso le foglie (quando non è in fiore) quando si trova in casa.

Share on Facebook0Share on Google+4Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

13 risposte a “Se ieri avete comprato una gardenia…

  1. Mi hanno regalato la gardenia ho letto i vostri consigli spero di riuscire a corservarla nella sua crescita. Avrei intenzione di metterla in giardino. I vostri consigli sono molto utili e seguendoli spero di riuscire a metterli in pratica e ad avere ottimi risultati. Grazie

  2. La mia gardenia presa proprio dall’aism, ha cominciato a ingiallire le foglie.forse un eccesso di acqua? Abbiamo comunque in effetti acqua calcarea.
    Ciao e grazie

    • Ciao Enrica,
      se le foglie stanno ingiallendo mantenendo verde la nervatura, sintomo tipico di clorosi, il problema potrebbe essere proprio l’eccesso di calcare.
      Le gardenie sono un pochino capricciose in questo senso. Puoi rimediare acquistando del sequestrene (in vendita nei garden) e annaffiando da ora in poi con acqua piovana.

    • Ciao Guido,
      è sempre opportuno dare alle piante appena acquistate un vaso un pochino più grande con il giusto terriccio (per acidofile, nel caso della gardenia). Meglio però effettuare il rinvaso dopo che la fioritura è terminata.

  3. Grazie per i consigli spero giunti per tempo. Tengo la piantina dentro, solo ieri l’ ho messa un pò fuori, in effetti molte foglie stanno ingiallendo ma alcune hanno ancora la nervatura verde, altre no, in compenso i boccioli cadono invece di aprirsi, se cambio vaso posso farlo da sola?Cambio tutta la terra?Ogni quanto la devo annaffiare e con acqua solo distillata? Se la metto fuori è impossibile evitare le correnti d’ aria così spesso improvvise le teme anche il limone del resto che fatica a dare frutti.Davvero non vorrei che morisse!
    Grazie.
    Francesca.

    • Ciao Francesca,
      la tua gardenia starà sicuramente meglio fuori, in una posizione riparata dal sole. Puoi rinvasarla tu, certo: estrai la piantina dal vaso e, se le radici hanno creato un feltro troppo fitto intorno alla pianta, fai dei leggeri tagli profondi un centimetro a intervalli regolari sulla zolla e apri il fondo un pochino con le mani. Nel nuovo vaso un po’ più grande metti argilla espansa sul fondo, posiziona la zolla al centro e riempi con terriccio per acidofile. Appena fatto, annaffia a fondo con acqua piovana o distillata e poi lasciala tranquilla a riprendersi. Bagnerai di nuovo quando con le dita sentirai di nuovo la terra asciutta.

  4. Gentilissima Daniela, perché la mia gardenia perde i boccioli che invece di aprirsi marciscono all’attaccatura (quella che ho in casa) mentre quella che ho fuori fa solo foglie e non fiori. Grazie

    • Ciao Maria Grazia,
      la gardenia non è una pianta facile. La cascola dei boccioli può essere indotta da molti fattori: eccesso idrico, botrite (un fungo che attacca spesso i boccioli), ecc. Per quanto riguarda quella che tieni all’esterno, se abiti dove gli inverni sono miti, potrebbe bastare una buona concimazione. Nei garden trovi i prodotti necessari, sia liquidi che in polvere da miscelare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *