Oggi si festeggia la Giornata della Terra

E’ una ricorrenza americana, l’Earth Day, ma ormai, proprio come dice il nome, è diventata planetaria: oggi, 22 aprile, è la Giornata della Terra, questa “pallina” nello spazio in cui tutti, ricchi e poveri, buoni o cattivi, belli o brutti, ci troviamo e grazie al quale tutti noi viviamo. Basta aprire il pc sulla pagina di Google stamane, per accorgersene. Oggi è il suo giorno, 24 ore da dedicare ai nostri impegni come sempre sì, ma con uno sguardo “oltre”, che veda ciò che ci circonda, con la consapevolezza che viviamo su un pianeta che ci sostiene e ci fa vivere. Alla Terra dobbiamo tutto: l’aria che respiriamo, il sole nel cielo, la terra sotto i nostri piedi. E troppo spesso lo dimentichiamo. Che oggi sia davvero “Earth day” nei nostri pensieri come nelle nostre azioni: perché tutti possiamo fare qualcosa per proteggere il delicato equilibrio dell’ambiente. Un gesto piccolo o grande, oggi facciamolo, per Lei. Ma anche per noi. Perché tutelare il nostro mondo ci conviene.


A celebrare la Giornata della Terra in questi giorni saranno migliaia di eventi. Negli Stati Uniti, patria della Giornata mondiale, il 23 aprile vedrà il San Francisco Earth Day Festival, all’insegna della musica e dell’intrattenimento, ma anche dell’informazione legate ad uno stile di vita eco-sostenibile, con la presenza di testimonial come il divo della saga di Twilight, Chaske Spencer. A Sofia invece, dal 28 aprile al 1 maggio sarà di scena il Festival delle giornate verdi, con mercatino prodotti biologici e cosmetici organici, conferenze sul turismo rurale o avventuroso, ma responsabile, oltre a gare di bicicletta e seminari sul riciclo.

Altri si daranno da fare per far crescere nuovi ”polmoni verdi” e ridare fiato al Pianeta, chi sponsorizzando progetti, chi piantando alberi. A Tarija, in Bolivia, troveranno casa 10mila nuove piante. Mentre a Taiwan la Taiwan Environmental Information Association (TEIA) ha già piantato 2,3 milioni di alberi, cioe’ uno per ogni dieci cittadini dell’isola. A Nuova Dehli alcuni eco-tour partiranno alla scoperta degli angoli nascosti di natura e in tutto il paese gli organizzatori registrano grande entusiasmo per la Giornata della Terra. ”E’ come se il primo Earth Day del 1970 in Usa venisse replicato nel 2011 in India” ha commentato il direttore di Earth Day India, Karuna Singh.

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

8 risposte a “Oggi si festeggia la Giornata della Terra

  1. Bene! Il giorno della Terra è il più bello dell’anno.
    Per me supera il Natale, la Pasqua e qualsiasi altra festività, tal quale ad esempio il giorno in cui si festeggia la Mamma.
    La Mamma, la Terra…
    Perchè ogni creatura possa esistere, così come intendiamo l’esistenza biologica che conosciamo, deve esistere una Terra, con le caratteristiche adatte: una Terra ancora abbastanza sana, che la accolga.
    E poi, proprio su questa Terra deve esistere una Mamma, dalla “mamma” di un batterio (si fa per dire! ) alla mamma di un mammifero, di un primate. di un uomo.
    E se nessuno esistesse dunque, che ci importerebbe del Natale, della Pasqua o dell’ Eid al Fitr?

  2. A che serve tutto cio’? Abbiamo distrutto e stiamo continuando a distruggere il pianeta nonostante tutto. Tanto vale non essere ipocriti ed evitare questi controsensi.
    La terra ci scoppiera’ in faccia prima o dopo, e sarà solo colpa nostra.

  3. Anch’io dico speriamo che non sia troppo tardi, non l’abbiamo per niente rispettata, anzi siamo stati molto egoisti, si ha pensato solo al DIO DENARO e non si ha apprezzato la meravigliosa e immensa “Mamma Terra”. Speriamo di mettercela tutta.

  4. A Daniela dico che ha ragione, quello che ha detto è giusto, ma vorrei rassicurarle che anche se l’uomo ha fatto di tutto per distruggerla, la terra sussisterà per sempre e per essere abitata, prima distruggerà anche coloro che la rovinano. Vuoi una prova? Te lo dice Colui che non ha mai mentito e non certo io….vedi ciò che ti dice in Salmo 37:[29] I giusti possederanno la terra
    e la abiteranno per sempre” e anche Apocalisse 11: [18] E’ giunta l’ora della tua ira, il tempo di giudicare i morti,di dare la ricompensa ai tuoi servi, ai profeti e ai santi e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di annientare coloro che distruggono la terra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *