Con le piante grasse facciamoci il bouquet da sposa

  

Uno dei trend più originali e simpatici per i matrimoni moderni sono i bouquet di piante grasse. Di primo acchito si potrebbe pensare che si tratti di una soluzione “povera”: al contrario, c’è chi riesce a creare con queste piante così particolari dei bouquet assolutamente eleganti e fascinosi.

  

Le piante grasse infatti non sono le uniche protagoniste di questi mazzi moderni: al loro fianco possono comparire tranquillamente fiori freschi o bacche, intonati per volumi e colori. I bouquet di Flora Grubb, designer di San Francisco, sono un esempio di quello che si può ottenere accostando forme così inusuali con gusto ed estrosità. Considerate che non sono bouquet semplicissimi da creare: le piante grasse infatti raramente hanno steli lunghi da poter legare insieme, quindi ci vuole una certa tecnica per dar loro la giusta forma.

Invece un vantaggio ce l’hanno sicuramente: il costo non esoso e la possibilità di sbizzarrirsi intonando ad un bouquet così particolare anche tutti gli altri dettagli floreali degli addobbi nuziali: le composizioni dei tavoli, la boutonniere dello sposo, i cestini per le damigelle… In queste decorazioni, oltre alle grasse, compaiono anche le tillandsie, piante senza radici, che forniscono ulteriori spunti per accostamenti e sfumature. Insomma, un mondo che vale la pena esplorare!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a “Con le piante grasse facciamoci il bouquet da sposa

  1. scusa daniela, ma il fiore di pianta grassa su un abito da cerimonia non si può proprio guardare! Meglio la classica e intramontabile elegante rosa

  2. Io la trovo un’idea innovativa e gradevole….forse perchè mi piacciono le piante grasse e decisamente meno le rose 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *