Nel giardino di Harry Potter

JK Rowling, l’autrice della famosa saga di Harry Potter, ha recentemente ottenuto il permesso di demolire la sua casa di Edimburgo per far spazio ad un… giardino! Già il precedente proprietario aveva provveduto ad arricchire il giardino circostante facendo arrivare da un vivaio di Bergerac in Francia esemplari di alberi e cespugli per un totale di 37 tonnellate di vegetali. Ma la Rowling ora vuole molto di più e ha deciso di radere al suolo la casa per creare una ‘garden room’.

La villa storica in Tasmania

L’edificio in questione, risalente al diciassettesimo secolo, è stato acquistato dalla scrittrice solo due anni fa. Nel nuovo progetto l’unica costruzione prevista è una torre conica posta al centro del giardino che ricorda la tana di Hagrid, il guardiano di Hogwarts, vista nei film di Harry Potter.
Il desiderio della scrittrice è comunque quello di ricreare un giardino in stile rinascimentale.

I vicini di casa però si stanno mobilitando: non hanno nulla in contrario alla distruzione dell’edificio, che peraltro ha già ottenuto tutti i permessi occorrenti, e che viene descritto come una costruzione “non tipica del tradizionale paesaggio cittadino locale”, ma chiedono rassicurazioni circa gli aspetti della demolizione e relativo smaltimento dei materiali.

Ma niente paura, la famiglia Rowling avrà sempre comunque un tetto sopra la testa… Oltre ad una casa nel Perthshire (nell’immagine in alto) e un’altra a Londra, la scrittrice sta acquistando proprio in questi giorni un’abitazione storica in Tasmania con annessa una fattoria di  865 ettari dove il viale d’entrata, lungo 3 km, è fiancheggiato da querce di 160 anni. Del resto la magia di Harry Potter fa guadagnare alla Rowling la bellezza di 1 milione di sterline ogni tre giorni…

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Nel giardino di Harry Potter

  1. Sono d’accordo con te, Elisa.
    Mio figlio ha iniziato ad amare la lettura con i libri della Rowling e, solo per questo, non finirò mai di ringraziarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *