I gioielli dell’estate con materiali naturali

I diamanti saranno anche i migliori amici di una ragazza, come cantava Marilyn Monroe, ma in estate è meglio indossare gioielli meno impegnativi ed archiviare fino al prossimo autunno ori e preziosi. Via libera allora a bigiotteria allegra e colorata, ma ci sono anche tanti materiali naturali  come legno, semi duri, erbe, fibre e gusci di frutti esotici che si trasformano in eco-bijoux unici, perfetti per completare i nostri look estivi. Lo sapete che esiste un’erba che, quando secca, diventa del colore dell’oro? E conoscete l’avorio vegetale? Andiamo allora a scoprire i gioielli che ci regala la natura…

Il Capim Dourado o Erba dorata (Singhnantus sp.) è un’erba che cresce esclusivamente in una regione interna del Brasile nota come Jalapao Desert. Quando secca, questo vegetale assume la brillantezza dell’oro e viene utilizzata per realizzare collane, bracciali, orecchini, ma anche borse e cinture.

La Tagua è il seme di una pianta (Phytelephas aequatorialis) che cresce nella foresta tropicale del Sud America. Quando è fresco, viene consumato come la noce di cocco ma, una volta essiccato, diventa durissimo e del tutto simile all’avorio animale. Grazie ad esperte lavorazioni artigianali, la tagua viene trasformata in bigiotteria, bottoni e sculture artistiche, ed è un’importante risorsa economica per le popolazioni locali.

Dalle foreste pluviali del Sud America provengono però tantissime varietà di semi che vengono raccolti e commercializzati, garantendo lavoro ai locali: açai, jatobà, buriti, tamboril, guapuruvù e molti altri ancora…

L’Ormosia coccinea ad esempio è una leguminosa che produce dei bellissimi semi rossi con una piccola macchia nera. Velenosi se ingeriti, questi semi erano usati già dagli Inca per gioielli ed ornamenti e ancora oggi, conosciuti col nome di Huayruro, sono utilizzati dalle popolazioni andine per realizzare gioielli portafortuna.

Anche con  la fibra ricavata dal tronco del Banano si ottengono bijoux leggerissimi dai colori naturali e di gusto etnico.

Questi sono solo pochi esempi di un ricchissimo assortimento di eco-gioielli, facilmente reperibili sulle bancarelle dei mercatini estivi, nei negozi del commercio equo-solidale e anche on-line e, particolare non trascurabile, i prezzi sono assolutamente accessibili, a partire da pochi euro.

Qualche esempio di qualche negozio on-line:
Taya eco-jewellery: www.ecotaya.com
Capricci di Natura http://capriccidinatura.wordpress.com

Luisella Rosa

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

9 risposte a “I gioielli dell’estate con materiali naturali

  1. Salve io produco bigiotteria con l’avorio vegetale e in effetti è un vero e proprio gioiello che è poco conosciuto qui in Italia, io i miei prodotti li creo con la tagua lavorata dagli Artigiani di Quito, Ecuador, mio paese di origine. .. guardate le foto della bigiotteria, merita a mio parere.

    • Gentile Paola,
      con una veloce ricerca su Google “capim dourado”, puoi trovare alcune pagine di aziende che vendono questa fibra vegetale anche su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *