L’orto in vaso con la riserva d’acqua

L’orto in versione moderna si fa in vaso. Così si può coltivare qualche ortaggio fresco da raccogliere e avere a portata di mano anche senza possedere neanche un metro di terreno. E si può farlo comodamente in città, sul terrazzo o sul balcone. Ma c’è un’esigenza difficile da gestire: le annaffiature. Le piante hanno bisogno di acqua, soprattutto durante l’estate, per crescere belle e sane e poter dare frutto e i nostri balconi di sole ne prendono in abbondanza, rendendo le annaffiature onerose. In Rete però ho trovato una soluzione interessante: una fioriera da orto dotata di riserva d’acqua

La fioriera da orto con riserva viene proposta da Verdemax: le dimensioni sono generose, un buon metro abbondante per circa 60 cm per 30cm di altezza. Questo consente di coltivare al meglio molte orticole che non hanno bisogno di grande profondità: tutte le insalate, prezzemolo, basilico, menta, salvia, ravanelli, timo, origano, erba cipollina, pomodorini ciliegini, per esempio. E per dare al vostro orto in vaso un tocco gentile, potrete coltivare tra gli ortaggi qualche fiore che si mangia nell’insalata, come gli sfavillanti tropeoli, arancioni, gialli e rossi 😉

La fioriera è dotata di un sacchetto di argilla espansa da stendere sul fondo e di un telo protettivo con cui foderarla. Su uno dei lati corti, ha una tanica da 6 litri che dovrete riempire d’acqua e riposizionare. Ecco forse questo non è comodissimo… Io farei un buco con il trapano in alto sulla tanica in modo da poterla riempire senza estrarla! Se lo faremo delle dimensioni corrette, sarà facile procurarci poi un tappo di gomma con cui richiuderlo: e non sarà nemmeno necessario averlo stagno, vista la posizione ben stabile della riserva d’acqua (aggiornamento: leggi sotto)

L’acqua che metteremo poi scorrerà dentro l’intercapedine del fondo del vaso, bagnando gli ortaggi da sotto, direttamente verso le radici. Questa “dotazione” idrica renderà decisamente più autonomo il vostro orto in vaso.

Poi dovremo riempire la fioriera con terriccio universale mischiato ad un terzo di stallatico, in modo da dare una riserva nutritiva alle piante. A questo punto create dei buchi e piantate le vostre erbe e i vostri ortaggi e fate in modo che la fioriera goda di tutto il sole che potete darle. Voilà, buon giardinaggio e… buon appetito!

AGGIORNAMENTO del 3 agosto 2011
Attenzione, l’azienda produttrice mi segnala che sfortunatamente è sconsigliabile praticare un foro nella tanica per velocizzare l’operazione di rabbocco dell’acqua. 
Ci avvertono infatti che: “il modo di irrigazione tramite serbatoio è stato studiato nei particolari ed è assolutamente sbagliato forare il serbatoio in quanto il terreno non verrebbe innaffiato al bisogno, ma l’acqua passerebbe direttamente al terriccio rischiando di far marcire le colture. Anche l’applicazione di un tappo di fortuna non permetterebbe una chiusura ermetica e si rischierebbe di “ANNEGARE” le piante. Sappiamo che per riempire il serbatoio è necessario estrarlo ogni volta dalla sede, ma questa operazione è l’unica che consente un’irrigazione ottimale, in questo modo l’acqua filtra solo se necessaria, mantenendo un grado di umidità al terriccio ideale per le piante”. Ortisti avvisati… 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “L’orto in vaso con la riserva d’acqua

  1. Questo si che e un vaso fatto per me. Basta riempire la tanica per l’acqua e la cosa e fatta. Non ce bisogno di ricordasi di annaffiarlo. Infatti il mio maggiore problema è ricordarmi di annaffiare continuamente. Qua vedi che la tanica e vuota e la riempi, più facile di cosi.
    Questo è sicuramente un acquisto che devo fare. Grazie della segnalazione.

  2. In pratica funziona a depressione, come l’abbeveratoio dei canarini. Mano a mano che l’acqua da sotto viene “bevuta” il serbatoio a tenuta d’aria ne lascia scendere un po’ di nuova.

  3. Io ho acquistato questo vaso ma purtroppo non funziona ! L’acqua non esce dal rubinetto .. solo un pò all’inizio e poi nulla. Mi sono rassegnato ad innaffiare dall’alto come un comunissimo altro vaso.

  4. continuo mio messaggio del 25 maggio:

    forse il rubinetto del mio vaso è difettoso o c’è qualcosa che mi sfugge nel funzionamento. Qualcuno che lo ha acquistato mi sa dire qualcosa ? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *