Broccoli e peperoncino, verdure anti-cancro

I broccoli, mangiati con un condimento piccante come senape o peperoncino, potenziano le loro capacità antitumorali: a metterlo in evidenza è uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition da un gruppo di studiosi dell’Università dell’Illinois (Usa). E più sono piccanti, più sono protettivi, spiegano i ricercatori.

Il merito è della mirosinasi, un enzima naturalmente presente nei broccoli, ma anche nel peperoncino e nella senape: è grazie a questo enzima infatti che si forma il sulforafano, l’ormai noto componente anti-cancro.

Maggiori quantità di mirosinasi si consumano, più i broccoli si rivelano anti-tumorali: l’ideale, quindi, è mangiarli appena cotti – meglio al vapore che bolliti – perché le cotture troppo prolungate degradano l’enzima, e aggiungere i condimenti piccanti. I benefici dei broccoli si amplificano se consumati insieme a ravanelli, cavoli, rucola, crescione e cavoletti di Bruxelles. Parola d’ordine per gli ansiosi? Abbondare: le dosi consigliate vanno dalle 3 alle 5 volte a settimana per ottenere una buona protezione, spiegano i ricercatori.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *