Macef 2011: tendenze e novità nell’arredo verde

L’anno scorso era un trionfo di bianco, per Natale neve e atmosfere nordiche la facevano da padrone con foglie, rami e corteccie a far da protagonisti insieme a ghiacci e cristalli. Quest’anno rimane il legno ma per il Natale torna il rosso: sì ai materiali naturali ma più sposati alla tradizione calda del Sud Europa che a quella pulita, ma un pò fredda, dei paesi del Nord, mentre il viola perde punti, relegato in un angolo. Il bianco resiste comunque sempre forte negli arredi: raffinato ed elegante, regala atmosfere insolite e magiche agli oggetti di tutti i giorni. Insomma al Macef 2011, il salone dell’arredamento, Fiori&Foglie c’era: ecco cosa abbiamo visto e quali saranno le tendenze “verdi” che troveremo nei negozi nei prossimi mesi…

 

L’onda del riciclo si espande, investendo in modo discreto ma insistente anche l’arredamento casalingo: da Serax compaiono per la collezione “Recycle“, a opera della designer Moniek Vanden Berghe, vasi in cartone ondulato o altri rivestiti dalla gomma degli pneumatici, ma anche quelli del designer Luc Vincent stampati con immagini di gambi e fusti, ideale continuazione dei fiori recisi che il contenitore ospiterà. Spazio anche ai vasi-lampada, costituiti da bulbi di lampadine rinati a nuova vita. Non vasi ma piatti invece, per il sopraffino servizio di ispirazione quasi floreale in sottilissima porcellana lavorata di Ross Van de Velde, che regala l’impressione di pranzare dentro ad una rosa

  

  

Il verde però entra anche sotto forma di vere piante nella vita di tutti i giorni, con quelle che conosciamo e usiamo tutti: le erbe aromatiche. Da Elho coloratissimi coprivasi per piantine di origano, maggiorana e timo appena acquistati dotati già di forbici per l’utilizzo immediato delle profumate spezie in cucina. Un tocco di arredo anche per l’orto sul balcone che, allontanandosi dalle sue origini rustiche, diventa allegro e divertente intonando agli ortaggi i colori dei vasi capienti in cui coltivare. La resina plastica, fino adesso confinata ai vasi esterni dove offre garanzia di durata e resistenza, entra in casa, con forme moderne e accattivanti e colori d’arredo decisi quali bianco, tortora, nero su fioriere intelligenti dotate di rotelle funzionanti anche a pieno carico. Da Mathilde M. la spugna da bagno diventa una morbida candida rosa con cui lavarsi, mentre la Cereria Lumen offre essenze naturali nelle sue candele vegetali fatte con soya OGM free o deliziosi profumi nelle candele agli olii essenziali da agricoltura biologica.

  

Per quanto riguarda il mondo vivente da portare in casa, i designer continuano a subire il fascino di vegetali dal disegno pulito e architetturale tipico di piante grasse, orchidee o di molte piante tropicali da foglia. Le piante grasse in particolare conquistano sia vive che …finte: da Enzo De Gasperi grandi composizioni di indubbio impatto dove abbondano Echeverie e Sedum, composte da succulente estremamente realistiche ambientate in milieu naturalistici dentro in ampi vasi di vetro oppure al contrario, lucenti e metallici.

Alto design sposato però al quotidiano nelle proposte di  Seletti, con le sue tazze di vetro con manici di porcellana di recupero, i cestini sagomati con forme animali dai dettagli fluo e le lampade sospese in sughero con illuminazione a led. La natura dunque continua ad attrarre designer e architetti: foglie, fiori e rami diventano oggetti e soggetti d’arredo, rivendicando la loro centralità nel mondo degli uomini.

 

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *