Le vittime a Linate: alberi di faggio per non dimenticare

Sabato 8 ottobre 2011 è stato il decimo anniversario della tragedia dell’Aereoporto di Linate, lo scontro tra due aerei in una giornata di fitta nebbia che causò 118 vittime nel 2001. Per ricordare gli amati cari, nel Parco Forlanini proprio lì di fianco alle piste, è stato piantato il Bosco dei Faggi: un albero per ogni vittima. In quelle foglie e nei possenti tronchi alberga il doloroso ricordo di un ingiusto destino generato da incuria, mancati strumenti e controlli.

I faggi (Fagus sylvatica) segnano il tempo che passa con il colore delle loro chiome, dorate d’autunno. Sono grandi alberi in grado di assumere dimensioni monumentali, ma soprattutto sono estremamente longevi: possono arrivare a 300 anni di vita (ma se conoscono anche vecchi di 50o anni) e raggiungere un’altezza di 40 metri. Sono dunque perfetti alberi della memoria. “I faggi piantati dieci anni fa ormai sono cresciuti e formano un bosco maestoso” – osserva la signora Motta – “Vogliamo che resti a ricordo dei nostri cari, ma anche come simbolo dell’impegno dei familiari per evitare che simili disastri si possano ripetere”.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *