Fioriere d’autunno: ecco quali piante mettere sul balcone

Ciclamini, le star dell’autunno

Infine la brutta stagione è arrivata: dopo mesi di temperature insperatamente miti per il periodo, cominciamo ora a sentire i primi freddi e i brividi tipici dell’autunno-inverno. Dopo aver detto addio a surfinie, petunie e gerani, dobbiamo ora optare per piante che ci regaleranno un balcone verde superando indenni questi mesi. Cosa scegliere? Nei garden le proposte abbondano: ciclamini a gogò, eriche, violette, edere, cavoli, pervinche e così via. Ecco come orientarsi per spendere meglio i nostri soldi… 😉

L’autunno, tra i fiori, ha un indiscutibile protagonista: il ciclamino. E’ lui che domina incontrastato nelle offerte dei vivai in tutte le sue incredibili forme e colori. Ma c’è tanto, tanto altro: ecco nomi e caratteristiche salienti di piante e fiori perenni, robuste e belle per una stagione fredda …vestita di verde!

CICLAMINI
Amante del fresco, il ciclamino è un ottimo candidato per le fioriere dell’autunno: basta solo tener presente il suo limite più grande, il gelo. Quando raffredderà troppo, soprattutto se si tratta di una pianta grande, bisognerà portarlo al riparo, pena la “lessatura” di foglie e fiori (ricordate la nostra intervista e all’esperta?).

Eriche e Carex

ERICA (Erica calluna o Calluna vulgaris)
Anche lei adora il fresco ma anche il freddo più intenso non la spaventa: abituata a vivere in montagna tra le rocce, l’erica si accontenta di spazi contenuti. Abbiamo proposto eriche in una fioriera qui. Quando la piantate, ricordate di aggiungere un pugno di ghiaia per evitare ristagni d’acqua.

VIOLETTE
Ovunque potete, quante ne volete. Le violette sono compagne impagabili della brutta stagione: resistenti e coloratissime, vi porteranno fino alla bella stagione senza risparmiarsi, superando anche la neve!

EDERA (Hedera)
E’ lo sfondo ideale per le altre piante che sceglierete, ma tende ad occupare tutto lo spazio a disposizione: un’idea per evitare la sua “prepotenza” nelle balconette è piantarla con tutto il suo vasetto, coprendo bene i bordi con il terriccio, in modo che non siano visibili.

CAVOLI ORNAMENTALI (Brassica oleracea)
I cavoli ornamentali sono un must di questa stagione: ricordate le nostre fioriere con cavoli viola e bianchi? Resisteranno fino a primavera!

Senecio cineraria e violette

NARCISI AUTUNNALI (Narcissus papyraceus detti Paperwhite)
Questi narcisi sono particolari: fioriscono adesso, quindi mettete un gruppo di bulbi nella vostra fioriera (se piccola, optate per le varietà basse) e vedrete fiori in pieno inverno!

VINCA (Vinca minor)
Piantina strisciante sempreverde che ricade piacevolmente oltre i bordi del vaso per poi dar vita, a primavera, ad una cascata di fiorellini color… pervinca, appunto!

GAULTERIA (Gaultheria procumbens)
Piccoli cespuglietti tondi carichi di bacche rosse, una delizia per la vista, un must invernale tutto da provare!

PERNEZIA (Pernettya mucronata)
Altri piccoli arbusti che vengono venduti carichi di bacche rosa, rosa acceso o bianche.

Narcisi autunnali ‘Paperwhite’

SENECIO (Senecio cineraria)
La pianta argento: non proprio una campionessa del gelo, il freddo però non la spaventa. Ed è morbida e decorativa come un pizzo raffinato… Una pianta che non potrete più dimenticare: anche per lei vale il pugno di ghiaia da aggiungere sotto alle radici al momento dell’impianto.

EUCHERA (Heuchera)
Foglie estremamente decorative praticamente di tutti i colori: centinaia le varietà, più o meno resistenti, sono perfette per tutto l’autunno. Tinte dal crème caramel (sì, esiste e si chiama proprio così!) al caffé: cercatele, ne varrà la pena!

ERBA NERA (Ophiopogon planiscarpus ‘Nigrescens’)
Il nome latino impressiona non poco, ma questa piantina è un vero must per i fashion addicted delle fioriere stilose… Freddo, gelo e neve? Nessun problema, tutti benvenuti. Dell’erba nera abbiamo parlato qui

STACHIS (Stachys lanata o bizantina)
Un morbidissimo cuscino di foglie verde-argento assolutamente intrigante: ottima compagna nelle fioriere, poco aggressiva e robustissima. Solo un problema: viene voglia di dormirci sopra… (e infatti spesso i gatti lo fanno!)

Una delle mille varietà di Euchera disponibili sul mercato

PIERIS (Pieris japonica)
Piccoli arbusti sempreverdi molto decorativi sia per foglie (le foglie nuove sono rosse) che per i delicati fiorellini a campanella primaverili. A crescita lenta, non soffrono il gelo.

SOLANUM (Solanum caspicastrum)
Se il vostro balcone è un po’ protetto dai venti invernali, provate questa piantina che si riempie per mesi di palline colorate come un albero di Natale a partire dalla fine di agosto. Ne abbiamo parlato qui. Esiste anche a foglia variegata crema. Diventerà un’ospite fissa del vostro balcone!

SKIMMIA (Skimmia japonica)
Arbusto a crescita lenta con belle foglie verde lucido e fiorellini rosa e bianchi nella varietà ‘Rubella’ che si trova più spesso nei garden: ve la ricordate? Stupenda anche la varietà a foglie marginate ‘Magic Merlot’.

Vinca in fioritura primaverile

CAREX (Carex ‘Evergold’, Carex morrowii, Carex buchananii)
Erbe ornamentali di piccola taglia che tengono la vegetazione per tutto l’inverno: possono fare da compagne alle piantine più classiche: variegate o anche color bronzo, dal fascino antico.

FORMIUM (Phormium)
Decisamente adatto a fioriere capaci – e non alle balconette, il Formium conquista con il design modernissimo delle lunghe foglie a punta di lancia. Piante vigorose, hanno colorazioni davvero d’impatto che rendono affascinante qualunque stagione. Cercate le varietà più resistenti al gelo e ospitatele con un tetto sulla testa: meglio non prendano la neve!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

13 risposte a “Fioriere d’autunno: ecco quali piante mettere sul balcone

  1. sono invidiosa……. io non riesco neanche a far vivere le piante…….finte.Ho un giardino grandissimo e lo darei volentieri in …gestione a qualcuno per sbizzarrirsi specialmente se architetto di giardini o qualcuno che studi giardinaggio e vogli a provare la sua attitudine sul campo.non è uno scherzo è un peccato vedere circa 4500 mt di aberato solo con qualche aiuola di rose ..fat da te.grazie

  2. ciao ..io invece ho il problema contrario…una gran passione per il giardinaggio ma con un piccolo giardino nel quale cimentarmi….dove abiti..magari possiamo trovare una soluzione !! tu un bel giardino fiorito e io soddisfo la mia passione.

  3. Io ho un balcone grandissimo e ampio , adesso ho solo petunie e gerani….ma stanno quasi morendo O.o e vorrei mettere tante altre piente per l’inverno,devo dire anche che il bio balcone è esposto atanto vento.
    Grazie in anticipo 🙂

  4. La Luisa che scrive del suo giardino incolto, ma nel 2012, è contattabile? Se ledistanze non sono proibitive se ne potrebbe discutere. Nel caso le dareste la mia mail? Grazie

    luisa Scrive:
    28 aprile 2012 alle 20:10

    sono invidiosa……. io non riesco neanche a far vivere le piante…….finte.Ho un giardino grandissimo e lo darei volentieri in …gestione a qualcuno per sbizzarrirsi specialmente se architetto di giardini o qualcuno che studi giardinaggio e vogli a provare la sua attitudine sul campo.non è uno scherzo è un peccato vedere circa 4500 mt di aberato solo con qualche aiuola di rose ..fat da te.grazie

  5. stò cercando la draba aizoides, ma non riesco a trovare un vivaio o un negozio che mi possano esaudire la mia richiesta. che fare. grazie a chi mi può aiutare.

    • Non facile la tua ricerca, Angelo: è un’alpina che non compare in molti cataloghi. Cercando un po’ vedo però che si vendono i semi, spesso, nei siti esteri, con consegna a domicilio: per esempio Jelitto, noto brand inglese (c’è però un minimo d’ordine). Oppure chiederei a qualche vivaio specializzato in giardini rocciosi e flora di montagna. Per esempio questo vivaio di Bressanone, Hofer, c’è l’ha in catalogo. Buona caccia 😉

  6. Ciao a tutte voi!vorrei chiedervi un consiglio…ho una grande fioriera circolare con 5 ciclamini e ci vorrei mettere affianco qualcosa…l’erica, secondo voi, convive bene con i ciclamini?o fa troppre radici? E inoltre mi chiedevo se la lavanda stesse bene in una balconetta con due piante di vinca pendenti..
    Grazie mille per l’attenzione…
    Un abbraccio

    • Mary, dove abiti? Se abiti in un posto con inverni dove gela (al nord) niente lavanda, di certo non adesso: ti si rovinerebbe alla prima neve. Erica con ciclamini no problem, ricorda di usare terriccio per acidofile (azalee ecc.).
      😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *