Orchidee? Per farle fiorire le mettono in “frigo”

Le vediamo a decine sui banconi dei garden o addirittura al supermercato, con i loro sorprendenti fiori in mostra. Ma come fanno i commercianti ad avere sempre orchidee così perfette e splendidamente fiorite?

Ce lo insegna il servizio di Melaverde. Le piantine vengono ingannate, prima con falsi “tropici”, e poi con un giro in frigo: lo sbalzo di temperatura unita alla variazione delle ore di luce stimola la nascita dello stelo floreale…  CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

4 risposte a “Orchidee? Per farle fiorire le mettono in “frigo”

    • Daria, bisognerebbe chiederlo all’azienda intervistata nel servizio da Melaverde.
      Ad ogni modo la “frigoterapia” è un processo industriale, in cui la pianta di 40 settimane passa da 28 gradi e mezzo di temperatura a 18 (non a 3 o 4 gradi, come il nostro frigo di casa) con un aumento della luce. Nelle nostre case questo passaggio, che induce l’orchidea phalaenopsis ad emettere lo stelo floreale, avviene similmente a settembre. Fuori iniziano a calare le temperature: quando arriviamo ai 15 gradi, possiamo portare le nostre orchidee in casa (20°): sentendo lo sbalzo, la pianta inizierà a fiorire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *