Ad Ipomea, la mostra ad Ischia, un’inviata “verde” super speciale…

Ebbene sì, alla mostra-mercato di piante insolite che si è tenuta lo scorso weekend di maggio, come è ormai tradizione, nel paradiso di Ischia, questa volta per Fiori&Foglie abbiamo il racconto di un’inviata assolutamente d’eccezione, Anna Maria Chiariello! Lasciando per un attimo da parte la durezza della cronaca nera che segue per Newsmediaset, l’intrepida giornalista si è tuffata tra fiori e corolle esposti ad IPOMEA, per raccontarci qualcosa, con parole e scatti, di questa manifestazione che, in maniera unica, coniuga il verde del Mediterraneo con gli esuberanti colori e i profumi dei Tropici…

  

“Per molti l’Ipomea è una sconosciuta: pochi sanno che quel bel fiore, quasi sempre blu viola dal cuore chiaro che con un tappeto di foglie cresce spontaneo, ha un’antenata a corolle bianche che in realtà era conosciuta fin dal 1500. E soltanto nel 1983, quando questa specie venne ritrovata sulla spiaggia di San Montano, a Ischia, le venne attribuito il nome di Ipomoea imperati. Ed è lì, nello scenario incantevole del Parco del Negombo, a San Montano che da 10 anni si svolge Ipomea, la mostra mercato di piante rare ed inconsuete della fascia temperata calda. Tanti i visitatori nei vialetti del Negombo agli oltre 50 stand: molti curiosi ma nessuno è uscito a mani vuote, almeno una piantina l’hanno acquistata, perdendosi fra i tanti colori e profumi delle specie presenti.

  

C’erano Pelargonium di tutti i colori, dai più classici a quelli con il fiore a rosellina o a tulipano, decine di specie di gelsomino, dalle corolle bianche o gialle super profumate, come il Jasminum ‘Belle of India’, dal fiore doppio ed abbondante che si trova bene nel centro sud del nostro Paese, utilizzato nei paesi orientali per comporre le ghirlande. Un reparto era dedicato alle mini orchidee, ideali per comporre centrotavola molto particolari. Rose stupende, piante da bordura per ogni angolo di terrazzo o di giardino e frutti mediterranei ed agrumi antichi dal sapore insolito. Alberelli di Limequat o piccoli gelsi da davanzale con frutti pronti da cogliere… e poi gli aromi per la cucina, soprattutto il peperoncino: da Alba una mostra mercato di 400 varietà tra le quali il Naga Morich (il più piccante del mondo… ma anche il Chocolate non scherza!). Nel Parco botanico idrotermale del Negombo ha trovato posto anche la Butterfly House, una mostra di farfalle vive in serra. In esposizione la rara Attacus atlas (non riusciva a volare a causa delle troppe uova!) e la Caligo eurilochus.”

  

Ammettetelo, Anna Maria vi ha convinto: l’anno prossimo Ipomea non potrete perdervela! 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *