Ville e giardini dei Medici diventeranno patrimonio dell’umanità?

Villa Niccolini a Camugliano

La famiglia Medici ha lasciato sulle verdi colline toscane intorno a Firenze un patrimonio di stupende ville storiche con i loro splendidi giardini. Erano grandi tenute di rappresentanza dove i signori trascorrevano i loro momenti di svago. Noi italiani spesso diamo poco valore alle ricchezze che abbiamo, ma per fortuna, in questo caso, sembra che le cose possano andare diversamente. Regione, Polo museale e un pol di architetti infatti si sono uniti per candidare 14 ville medicee a patrimonio dell’umanità riconosciute dall’Unesco.

Gli ispettori incaricati dall’Unesco arriveranno a settembre per valutare la candidatura delle ville. “Una volta sul territorio – ha spiegato l’architetto Luigi Zangheri, fra i curatori del dossier che costituisce il fulcro della richiesta – i verificatori avranno il compito di vedere, in concreto, se questi beni culturali integrano i requisiti demandati dall’Unesco per la sua tutela: tra i più importanti, oltre al comprovato valore storico artistico, l’integrità della struttura e la presenza di un valido piano locale a sua protezione”.

Riusciremo a tutelare i nostri beni storici trasformandoli in punti di forza per il turismo e dando loro il rilievo, l’importanza e la visibilità che meritano?

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Ville e giardini dei Medici diventeranno patrimonio dell’umanità?

Rispondi a Lorenzo Niccolini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *