I cinque sensi? Li hanno anche le piante

Una ricerca dell’Università di Tel Aviv in Israele ha rivelato l’importanza delle connessioni tra le piante e la biologia umana. Lo studio delle somiglianze rivela le basi biologiche di alcuni comportamenti umani e dell’insorgere di malattie come il cancro. E’ la tesi di Daniel Chamovitz, direttore del Tau’s Manna Center for Plant Biosciences e autore del libro “What a Plant Knows”. “Proprio come gli esseri umani – ha spiegato Chamovitz – anche le piante posseggono i ‘sensi’, come vista, olfatto, tatto e gusto“.

“Inoltre – ha continuato – condividiamo gran parte del nostro patrimonio genetico con le piante, una condivisione che dovrebbe indurre gli studiosi a riconsiderare le basi biologiche che avvicinano la natura agli esseri umani. Un esempio? Le piante costituiscono un modello eccellente per gli esperimenti a livello cellulare. E per la sicurezza alimentare.

L’analisi delle risposte genetiche delle piante all’ambiente è, infatti, fondamentale per garantire l’approvvigionamento di cibo sufficiente per la popolazione mondiale in crescita. Le piante offrono prospettive interessanti anche per comprendere processi che recentemente sono tornati alla ribalta come l’importanza della luce e del ritmo circadiano che influenzano il nostro sistema immunitario”.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *