A Verissimo si parla dei detenuti giardinieri del carcere di Bollate

Passa dalla cura e dalla coltivazione professionale delle piante il percorso di reintegro nella società dei detenuti nel carcere di Bollate. Daniele Bossari è andato a visitare la struttura alle porte di Milano che si propone come esempio da seguire nell’offrire una nuova modalità di vita per coloro che devono scontare una pena: non in ozio perenne chiusi nelle celle, ma in attivo sforzo per imparare un mestiere e potersi proporre all’esterno del carcere come individui utili alla società.

Un plus non da poco: sia il momento di formazione che quello di lavoro dei detenuti sono organizzati all’interno del carcere in modo da potersi autofinanziare. CLICCA QUI PER GUARDARE IL SERVIZIO DI DANIELE BOSSARI A VERISSIMO

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *