Al parco la panchina del futuro ti trafigge se non paghi

panchina_punte3

L’idea è semplice: perché non creare delle panchine da mettere nei giardini pubblici dove per sedersi, bisogna pagare? Facilissimo, basta mettere un raccoglitore di monetine. Ma come assicurarsi che le persone che vogliono accomodarsi paghino la cifra stabilita? Bisognerà invogliarle in qualche modo… Dal ricchissimo mare magnum di Facebook può emergere di tutto. E qualche giorno fa, nel mio flusso è apparso un riferimento a questo provocatorio oggetto creato da un artista fotografo tedesco, Fabian Brunsing. Che ha creato una panchina molto particolare, dotata di un grande potere di persuasione: delle aguzze punte di metallo retrattili, accuratamente disposte su tutta la seduta…

Probabilmente le casse delle amministrazioni pubbliche potrebbero guardare con grande favore all’invenzione di Fabian. E non c’è dubbio che l’oggetto ha una sua efficacia. La persona che vuole riposarsi su quella che potrebbe diventare la nostra panchina del futuro non ha molta scelta. Quando ci si avvicina, la panchina a pagamento ha le sue punte di lucido metallo ben in mostra: appena si inseriranno i 50 centesimi nella fessura, si attiverà il meccanismo che farà ritrarre le punte all’interno della struttura in legno. E finalmente la panchina potrà essere comodamente utilizzata. Che bello, l’ombra degli alberi, il cinguettio degli uccellini, finalmente relax: apriamo il giornale o tiriamo fuori una bella mela per uno spuntino… Ma, un momento!
Cos’è questo strano fischio?? Ah certo, è l’avviso sonoro che indica che le punte di metallo stanno per… tornare fuori! Quindi sarà meglio alzare il sedere, prima di ritrovarsi con qualche doloroso ricordo nel didietro!

Non credete che esista questa incredibile panchina? Allora sinceratevi guardando il video: garantito che proverete un brivido al suono delle punte che si azionano… 😀 Curiosa della reazione, ho girato la Rete per leggere i commenti dei lettori al progetto. E devo dire che, mentre per alcuni la panchina con le punte è quasi uno scandalo, altri non sono così contrari. I motivi? L’uso improprio delle panchine pubbliche, il fatto che spesso non se ne trovano di libere, l’abitudine (o la necessità) di alcuni di dormirci.

Voi cosa ne pensate? Vorreste delle panchine così negli spazi pubblici?

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Al parco la panchina del futuro ti trafigge se non paghi

  1. Credo che l’utilizzo di tali panchine sia più adeguato alla camera e in senato ove si radunano tutti quelli responsabili del caos che stiamo vivendo affinchè per una volta paghino per sedersi dato che la poltrona non la mollano!.Così loro non volendo pagare staranno bene in piedi a vedere le loro gesta sconsiderate!.

  2. Le invenzioni cretine dell’era moderna.
    A quello che l’ha inventata lo farei sedere quattro ore al giorno sulla sua decerebrata idea.
    Di certo alla prima occasione sarò il primo a sabotarla.
    Se a qualche amministratore locale paventasse una simile idea per qualsivoglia giardino pubblico è gia avvisato.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *