29 novembre: oggi è l’anniversario di San Francesco, santo patrono degli ecologisti

Un albero di noce è stato piantato stamani alle ore 11,30 nei giardini vaticani. Il dono al Papa – che potrà vederlo in occasione delle sue passeggiate – è stato offerto dal Corpo forestale dello Stato italiano e dalla Fondazione Sorella Natura, in occasione dell’anniversario della proclamazione da parte del Beato Giovanni Paolo II di San Francesco d’Assisi a patrono dei cultori dell’ecologia il 29 novembre 1979 e della Giornata per la salvaguardia del creato.

Una notizia questa, curiosamente passata in sordina, come spesso capita ai santi “verdi” (ricordate il santo protettore dei giardinieri di cui abbiamo parlato ad agosto?).

L’albero di noce, si legge nel comunicato della Forestale, “è stato scelto come simbolo della saggia ecologia, a testimonianza dell’insegnamento di San Francesco”. Collocato nella zona tra l’eliporto e la torre di San Giovanni, è stato benedetto dal vescovo Giuseppe Sciacca, segretario generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. Presenti le Loro Em.ze Cardinali Maradiaga, Re e Ruini, e Roberto Leoni, presidente di Sorella Natura, e Cesare Patrone, capo del Corpo forestale. Al termine è stata scoperta una targa ricordo, realizzata con la caratteristica pietra rosa di Assisi.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “29 novembre: oggi è l’anniversario di San Francesco, santo patrono degli ecologisti

  1. Gentile Redazione le mando questo semplice scritto Veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie.

    Voler bene all’Italia al proprio paese.

    Voler bene all’Italia, vuol dire dare un posto di lavoro a tutti i cittadini. Lavoro : tutti i comuni mettere in atto piccoli e grandi lavori di manutenzione, le aziende investire qui in Italia, le regioni elaborare progetti per favorire lo sviluppo economico, il governo fare progetti in tutti i settori per favorire l’occupazione.

    Voler bene all’Italia e ai suoi cittadini vuol dire, Moralità: che tutti i cittadini paghino le tasse e rispetto delle regole, lotta seria ed efficace alla mafia, che tutti investano i propri soldi qui in Italia e non portare i soldi all’estero.

    Voler bene al proprio paese vuol dire, Difesa del Servizio Sanitario Nazionale, i suoi principi universalistici,di uguaglianza trattamento, di decentramento, obiettivi di prevenzione, cura e riabilitazione, se mai lotta agli sprechi, direttori generali meno pagati, medici con doppi tripli lavori, meno convenzioni e più controllate, appalti clientelari.

    voler bene all’Italia, vuol dire, investire di più e meglio nella cultura,Difesa della scuola pubblica, riconoscere meglio i suoi dipendenti, rimodernare e ristrutturare gli ambienti scolastici.

    Voler bene all’Italia vuol dire garantire una pensione dignitosa e avere servizi sul territorio efficienti, per anziani, diversamente abili, bambini, Difesa e miglioramento della previdenza e assistenza.

    Voler bene all’Italia vuol dire difendere l’ambiente,Mettere in sicurezza il territorio da: frane. Incendi, alluvioni, terremoti, con progetti di prevenzione a tutti i livelli istituzionali.

    Voler bene all’Italia e ai suoi cittadini vuol dire, prevenire furti, rapine, sciacalaggi, Sicurezza per tutti i cittadini.

    Voler bene all’Italia, vuol dire semplificare la vita ai propri cittadini, Semplificazione di tutte le regole, meno burocrazia.

    Voler bene all’Italia vuol dire, Uniti per difendere la nostra bella costituzione: lavorare tutti al meglio per il bene comune.

    Voler bene all’Italia vuol dire, dare meno potere alla finanza, alle banche al denaro, all’egoismo, ma dare più importanza ai valori veri, il grande valore della vita,di giustizia sociale, di uguaglianza e di solidarietà

    Francesco Lena via Provinciale,37 24060 Cenate Sopra BG tek. 035/956434

  2. Natale 2012

    Gentile Redazione Le mando questa mia semplice poesia, Veda se ritiene utile pubblicarla, grazie

    Per un Natale felice, che doni l’amore universale, ad ogni persona, nelle azioni e nel percorso della propria vita, nel suo progresso,

    ci sia sempre il meglio di se stesso.

    Per un Natale buono, chi ci insegni a prendere coscienza sulla cultura della vita,

    è il valore più alto, fa che nella gente si manifesti, in tutte le sue forme positive,con solidarietà infinita.

    Per un Natale speciale, faccia trovare in ogni persona la luce, che illumini la strada da intraprendere per essere capace,

    le opere nel cammino della propria vita, di contribuire a costruire sulla nostra bella terra la vera pace.

    Per un Natale gioioso, ci porti il coraggio, la responsabilità per costruire una società che investe sul futuro dei propri giovani, salvaguardando a pieno la loro dignità,

    sia fatto tutto il possibile, perchè si realizzi il diritto al lavoro, all’istruzione e alla speranza di avere tante opportunità.

    Per un Natale lieto, ci aiuti ad avere dentro di noi una dolce umiltà, ci faccia abbandonare tutti gli egoismi e di non mirare a diventare un albero in cima alla vetta,

    ma con umana semplicità, ad essere un cespuglio in fondo alla valle, con i suoi piccoli rami dia i frutti migliori per tutti noi, diritti e valori veri, di onestà, umanità, che farebbero bene alla società

    per essere più corretta.

    Per un Natale dolce, ci faccia apprezzare la ricchezza dei bei colori dell’umanità,

    la bellezza di tutte le persone che vivono sulla nostra terra, c’è grande bisogno di far crescere, la libertà, la solidarietà e la fraternità.

    Per un Natale caldo, ci porti una sana collaborazione, l’amicizia, per far crescere la giustizia sociale per i cittadini del mondo e possano avere tutti da mangiare,

    sia fatto tutto il possibile, perchè mai più nessuno muoia di fame e la speranza possano ritrovare.

    Per un Natale affettuoso, ci faccia riscoprire il bello di volersi bene, che è un grande valore,

    lo stare bene insieme, essere sereni, di farlo con calore e con il cuore.

    Per un Natale solidale, faccia scoprire ad ogni persona, l’importanza del valore del silenzio, per saper ascoltare, gli ammalati, gli anziani, i bambini, i diversamente abili, per capire i loro bisogni e le loro fragilità,

    con la nostra genuina disponibilità, portare risposte, soluzioni, coraggio, un sorriso e la loro debolezza possa diventare forza di grandi opportunità.

    Per un Natale sereno, ci faccia superare l’indifferenza, trovare l’impegno, la voglia, il senso del dovere, tutti avere più coraggio e responsabilità,

    scoprire il bello di contribuire a costruire un futuro migliore, per tutti i cittadini del mondo e di farlo con seria volontà, con l’obiettivo che diventi presto realtà.

    Per un Natale magico, ci dia la forza ad ognuno di noi, nei propri comportamenti che compiamo ogni giorno ad essere sempre migliore,

    la nostra cara società, automaticamente diventerebbe più giusta, sarebbe Natale tutti i giorni dell’anno per tutta l’umanità, questo ci farebbe un vero onore.

    Francesco Lena

    **********

    24060 Cenate sopra (BG) *********

  3. Gentile Redazione Le mando questa mia semplice poesia veda se ritiene utile pubblicarla, grazie.
    Poesia
    La Pace
    La pace è un percorso democratico lungo di responsabilità,
    Ma il più corto per raggiungerla con l’impegno, dialogo e sentita umanità.

    La pace porta luce nella mente e fa aprire il cuore,
    Dona coraggio, bellezza nella persona e aiuta a seminare amore.

    Quando c’è pace, bellezza e voglia di amicizia nella persona,
    Ci sarà collaborazione, bene e armonia giusta nella casa.

    Quando c’è pace, gioia, armonia nella casa, ci sarà gentilezza e una dolce ospitalità,
    Spirito giusto per essere uniti nella condivisione e nella solidarietà.

    Quando c’è pace e unione nelle diversità culturali, ci darà la forza per sconfiggere l’indifferenza e globalizzare la solidarietà,
    Allora ci sarà solidarietà tra le nazioni, sapremo costruire ponti per aiutare chi è in difficoltà.

    Quando ci sarà accordo rispetto tra le nazioni e giustizia sociale,
    Porterà ossigeno all’umanità per avere la pace nel mondo, grande ideale.

    Ora costruiamo un grande cantiere aperto a tutti, per salvaguardare l’ambiente e abolire la guerra,
    Con responsabilità universale raggiungere l’obiettivo della pace per tutte le persone sulla nostra madre terra.

    Francesco Lena Via XXXXXXXXXX 24060 Cenate Sopra ( Bergamo ) Tel. XXXXXXXX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *