Scoperte in Cina piante che vivono al buio nelle grotte

La zona di Guangxi è famosa per le grotte carsiche come la Reed Flute Cave

Fanno parte della vasta famiglia delle ortiche le tre nuove specie di piante scoperte di recente in Cina. Ma quello che colpisce di più è il luogo in cui queste piante sono state trovate. Né prati, né foreste hanno dischiuso a noi la loro inedita flora segreta: le nuove ortiche sono state trovate invece all’interno di oscure grotte e buie gole, un fatto che ha lasciato i botanici senza parole. In particolare una delle tre ortiche, scoperta nella grotta di Yangzi e fresca di opportuno battesimo, Pilea cavernicola, riesce a crescere e persino a fiorire disponendo solo dello 0,04% della luce naturale del sole.

La sorprendente scoperta è stata effettuata da Wei Yi-Gang del Guangxi Institute of Botany e Alex Monro, esperto di piante tropicali del Natural History Museum di Londra, e pubblicata di recente sulla rivista PhytoKeys. Anche le altre due specie citate nell’articolo si sono incredibilmente adattate ad un ambiente avaro di luce: Pilea guizhouensis e Pilea shizongensis crescono in profonde gole di roccia calcarea, di cui solo da poco si stanno scoprendo i tesori naturalistici.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Scoperte in Cina piante che vivono al buio nelle grotte

  1. Evviva! Abbiamo trovato delle piante che potranno sopravvivere anche nei moderni uffici sotterranei tristemente privi di luce naturale!

    Ortiche cavernicole per tutti! E magari poi ci facciamo anche un risotto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *