Orchidee superlusso, senza fiori sono low cost

Vanda in fiore coltivata in casa

Le avrete viste tante volte esposte nei garden: curiose piante appese ad un gancio con i loro splendidi grandi fiori di ogni tonalità e un groviglio di nerborute radici grigio verdi in piena vista. Sono orchidee Vanda: la più spettacolare di loro è la Vanda blu (Vanda caerulea) e capita spesso di trovarne degli ibridi in vendita. Il tasto doloroso però salta agli occhi proprio nel momento in cui ci facciamo affascinare e decidiamo di acquistare una Vanda: il suo prezzo non è per niente simile a quello delle altre specie di orchidee in commercio da noi. La Vanda infatti è un’orchidea di gran lusso: il suo prezzo raramente scende sotto ai 40-45 euro per pianta. Rinunciare? No, dai. C’è un piccolo trucco che può portarci a pagarla nettamente meno, perfino la metà…

Le Vande sono piante splendide ma la loro attrattiva più grande per il pubblico sono i loro meravigliosi fiori. Sono spesso considerate un ottimo regalo: il loro look esotico e i colori vivaci sono infatti garanzia di sorpresa e piacere per chi le riceve in dono. Proprio per questo la loro vendita nei garden si limita ai periodi di fioritura. Quando la pianta sfiorisce (i fiori durano circa 15 giorni), perde il suo valore commerciale. Può quindi essere svenduta. E qui si crea l’occasione per chi conosce il valore delle Vanda e sa che possono tranquillamente rifiorire in casa più volte all’anno! Basta cercare nei garden o chiedere a loro direttamente se hanno orchidee senza fiori: in genere sono accatastate in un angolo non troppo in vista, soprattutto nei periodi che seguono le feste, con un cartellino di “saldi”, al 40-50% in meno del loro prezzo.

COME SCEGLIERE UNA VANDA IN SALDO
Ci sono però dettagli a cui fare attenzione per portarci via un’orchidea Vanda in salute in grado di darci soddisfazioni. Osservate le foglie: non devono avere macchie scure o essere ingiallite o rotte e devono conservare il loro vigore e tono. Le foglie sono le spie della salute delle piante: spesso infatti i garden, sapendo di non riuscire a venderle, tendono a trascurarle dando loro poca acqua. Più foglie ha la pianta, meglio è: vuol dire che è più vecchia e più forte (più foglie=più assorbimento della luce=più cibo= più energie=più fiori!). Osservate anche le radici: devono essere spesse e numerose. Notate anche i rametti secchi nell’incavo delle foglie: sono i vecchi steli dei fiori. Se ce n’è più di uno, è buon segno: vuol dire che la pianta sarà più produttiva.

COME PRENDERSI CURA DI UNA VANDA
Ma una volta portata a casa, come tenerla e farla fiorire con le sue meravigliose corolle? Non spaventiamoci: dobbiamo solo sapere di cosa ha bisogno questa specie. Le Vanda amano la luce: tantissima e per più ore possibili d’inverno e dei bei bagni di sole d’estate. E l’acqua. Ma come si fa a darla se non c’è il vaso? Semplice, si nebulizza. Un bello spruzzino pulito con dentro acqua e spesso del concime per orchidee diluito basterà per far felice la vostra Vanda. Appesa con un gancio di fronte alla finestra in una bella stanza luminosa per esempio è un’ottima collocazione per lei, così un giorno sì e uno no, potrete darle l’umidità che le serve. Oppure usate un bel vaso di vetro alto: per bagnarla, riempitelo d’acqua pulita con la pianta dentro facendole fare un bel bagno di un’oretta una volta alla settimana d’inverno. E d’estate, fuori appesa con qualche ora di sole: le sue fioriture saranno il vostro successo!

Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *