Arriva la moda dei giardini-miniatura: un paesaggio in una ciotola

Una piccola panchina, un tavolino in cui potrebbero sedersi solo degli esseri grandi come una moneta: sono questi alcuni degli oggetti che potreste vedere in un giardino in miniatura, una moda che sta prendendo sempre più piede anche qui da noi. Sarà perché le case costano tanto, sarà perché d’inverno fuori è grigio, ma l’idea di creare un’ambientazione in versione micro che può trovare spazio in casa sta affascinando sempre più un pubblico decisamente atipico rispetto al classico pollice verde. Un incrocio tra il giardinaggio e il modellismo? Forse, o forse una derivazione da un’arte antica, quella orientale, che già prevede la creazione di angoli zen a corredo dei bonsai. Sia quel che sia, i giardini in miniatura possono essere davvero stupefacenti e darci quell’emozione che molti di noi provano o hanno provato nel costruire un presepe o giocare con una casa delle bambole.

A parlarne, si potrebbe pensare che si tratti di un divertimento un po’ infantile. Ma le cose non stanno così. L’abilità di chi si appassiona ai giardini in miniatura non sta solo nel ricreare un paesaggio: la sfida è scegliere le specie vegetali più adatte e riuscire a mantenerlo nel tempo. I giapponesi per esempio praticano quest’arte ricostruendo miniature di giardini zen famosi creati da grandi maestri: l’idea è poter così godere nella propria casa di un po’ di quell’armonia e di quella bellezza che visitare quei giardini ha loro ispirato.

Il giardino in miniatura può contenere qualsiasi elemento sia funzionale alla ricreazione di un ambiente: un vialetto in ghiaia, un piccolo laghetto sereno sotto ad un albero, un tavolino sotto ad una pergola. Le piante andranno scelte tra quelle di taglia più piccola: per esempio molte di queste mini piantine sono alpine o specie nate in ambienti che già prevedono poca terra, oppure potremo guardare tra le piccole tappezzanti, piantine striscianti che possono formare mini prati o angoli verdi perfetti per il nostro nano universo verde. Un’alternativa per evitare eccessive cure può essere quella di utilizzare piante grasse, che crescono lentamente e hanno bisogno di poca acqua. I giardini in miniatura si stanno diffondendo sempre più: basta farsi un giro in Rete per poterne ammirare di incredibili. Il risultato naturalmente varierà a seconda delle abilità di chi lo ha creato, ma dar vita a questo micro mondo può essere un’esperienza davvero gratificante e un modo di avvicinarsi al verde diverso e del tutto originale.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *