Il Festival degli Orti, tra sogno e realtà

Nell'Orto Matto gli ortaggi crescono in sacchi a tasche

Si è concluso domenica scorsa il Festival degli Orti che si è tenuto a Monza, di fronte al Roseto della Villa Reale. In una location davvero d’eccezione, con grandi spazi verdi a disposizione, gli architetti hanno scatenato la propria fantasia e inventiva nell’ideare degli orti che, più che soluzioni pratiche, propongono ispirazioni e atmosfere.

Dall’orto della strega (un assoluto successo tra i più piccoli!) a quello delle favole, dall’orto creato con attrezzi dismessi (la scelta di aloe e iris mi ha un po’ perplesso, lo ammetto!) a quello nei tubi di pvc, dall’orto-fermata a quello dei 5 sensi: ecco scatto dopo scatto, gli allestimenti in mostra!

Personalmente la mia preferenza è andata all’orto presentato da Diego Pessina+Floricoltura Chiaravalli dal titolo “Cosa bolle in pentola?”: ho trovato molto simpatica l’idea di trasformare i grossi vasi da vivaio in plastica nera in capienti pentole dipingendoli e aggiungendo grossi manici rossi. Una soluzione divertente e low cost che è possibile anche copiare in un ambito domestico per rendere la coltivazione degli ortaggi più decorativa e intrigante anche per i più piccoli.
Stiloso e divertente anche l’orto delle favole, con una serie di aiuole in cor-ten a tema, che richiamavano gli elementi delle fiabe più note.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *