Allarme vespa killer: divora le api da miele

La salute delle api e degli alveari è di nuovo minacciata: stavolta però non si tratta di malattie misteriose o di oscuri agenti chimici. Il pericolo è molto più definito: si tratta di una vespa, un insetto originario della Cina, che sta mettendo in allarme gli apicoltori della Liguria e in particolare della Riviera di Ponente perché uccide e mangia le api da miele. Si chiama Vespa velutina e si sapeva che il suo arrivo era una pura questione di tempo:  la sua presenza era stata già registrata in Francia dal 2005. Ora il suo sbarco da noi è sicuro: il primo caso è stato scoperto a Loano. In una delle postazioni scientifiche sorvegliate dal dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università di Torino è stato catturato un esemplare maschio di Vespa velutina.

Il deputato palermitano del Pd Michele Anzaldi ha presentato infatti un’interrogazione urgente per sapere ”quali provvedimenti il governo intende adottare per prevenire e scongiurare il proliferare della vespa velutina, inserita nella ‘black list’ mondiale – si legge nell’ interrogazione – delle specie invasive redatta dall’Unione mondiale per la conservazione della natura. Sarebbe arrivata in Italia passando da Francia, Belgio, Spagna, sud della Francia per approdare alla riviera ligure”.

L’ipotesi più probabile è che questa vespa asiatica sia arrivata insieme a della merce cinese dallo Yunnan, favorita dal fatto che le condizioni climatiche dell’Europa meridionale sono simili a quelle dell’Asia continentale da cui proviene.
Va ricordato che l’84% delle specie delle piante ed il 76% della produzione alimentare in Europa dipende dall’impollinazione delle api: è quindi fondamentale monitorare con attenzione la salute delle preziose impollinatrici.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Allarme vespa killer: divora le api da miele

  1. Eutectico,
    non è da legare la questione ad un paese nello specifico. L’arrivo in Europa di fauna e flora di provenienza estera è un fenomeno in corso da qualche tempo ormai, motivato dai cambiamenti climatici soprattutto, che rendono il nostro ambiente meno ostile ad animali e piante alloctoni: la vespa velutina è solo uno dei casi più recenti. Il problema è che ci vorrà del tempo prima che anche da noi si compongano le difese (leggi nemici naturali) che la natura ha già maturato nelle terre originarie di queste specie.

  2. Salve,
    da professionista delle disinfestazioni vi confermo che nei ultimi anni sono aumentate le richieste per la disinfestazione delle vespe. I numero di quest’ultime è aumentato drasticamente.

    In oltre le vespe possono causare grossi problemi, anche letali, alla salute se si è allergici alle punture delle vespe. Vi raccomando, qualora avvistate un nido delle vespe, di non intraprendere qualsiasi attività fai da te ma cercare un disinfestatore nella vostra zona.

    Qui http://disinfestazioni24.it/disinfestazione/insetti-pungenti/vespe potrete approfondire l’argomento sulle vespe.

    Cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *