Rose rosse, gigli e erbe aromatiche: Bakker scopre il verde che piace agli italiani

fiori_preferiti520

Sono usciti ieri per la stampa i risultati del super sondaggio realizzato dalla Bakker, azienda olandese leader nella vendita a distanza di bulbi, piante e sementi, in occasione del suo 70esimo Anniversario, che svela le attitudini e i gusti del Belpaese per il verde. E beh, le notizie sono buone! Commenta soddisfatto il Direttore Generale della Bakker Italia Walter Devenuto: “Il nostro sondaggio, realizzato su un vastissimo campione di consumatori – oltre 30mila risposte in 18 paesi europei – rivela qualcosa che ci ha sorpreso: gli italiani amano il giardinaggio e lo praticano in linea con la media europea, ovvero 3-5 ore alla settimana, assolutamente niente di meno! Un risultato che contraddice la comune convinzione che vedrebbe il Belpaese poco amante del verde”. Non solo. Il sondaggio rivela anche quali sono i fiori preferiti degli italiani… con una proposta floreale che non si può rifiutare: gigli neri…

LE RISPOSTE FLOREALI DEGLI ITALIANI
Analizzando le risposte al sondaggio della Bakker emerge un dato: gli italiani hanno idee ben precise per quanto riguarda piante e fiori. Il desiderio più diffuso? Avere un roseto e in seconda posizione un orto rispetto al giardino tradizionale, con una netta preferenza per le piante aromatiche e subito dopo le fragole. I fiori preferiti? Rose, tulipani, preferibilmente rossi, con un debole per gli Amaryllis, votati a pari merito con i gigli. E su questo tasto Bakker  non intende perdere l’occasione per stupire i pollici verdi di casa nostra: per il 2015 proporrà, oltre al melo innestato che produce frutti di tre colori diversi e tante idee per creare i giardini in miniatura, in assoluta esclusiva nientemeno che il giglio “nero” (di un colore incredibilmente scuro), nome in codice ‘Queen of The Night’ – da piantare in giardino ma anche in un vaso sul balcone o sul terrazzo.

lilium_neri520

ESTATE 2015, UN VASO DI GIGLI NERI IN FIORE
A questo proposito, se volete davvero far scena di fronte agli amici, il mio consiglio è di scegliere un vaso capiente che possa ospitare comodamente un gruppo di almeno 5 bulbi di Lilium ‘Queen of The Night’ senza che si tocchino. Mettete uno strato di un paio di centimetri di palline d’argilla espansa sul fondo del vaso, aggiungete terriccio e un paio di pugni di stallatico (trovate tutto in buste al garden o persino al supermercato) e piantate i bulbi alla profondità doppia rispetto alla loro circonferenza. Una bella annaffiata e dimenticate il tutto fuori senza paura. Considerando che questo inverno non è rigido e si tratta di piante rustiche e resistenti (i gigli asiatici resistono interrati fino a -15°C!), potete acquistare i bulbi e piantarli anche ora: fioriranno all’inizio dell’estate e riempiranno di meraviglia vicini di casa e ospiti!

Il sito di vendita online di Bakker Italia: www.bakker-it.com

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Rose rosse, gigli e erbe aromatiche: Bakker scopre il verde che piace agli italiani

  1. Invece i fiori che gli italiani nell’ultimo anno appena trascorso hanno deciso di regalare e di inserire nei vari omaggi floreali, sono , nell’ordine:
    1) rose, di ogni colore, grandezza e bellezza
    2) lilium, anche quello orientale
    3) fresie, spesso abbinate a roselline bianche o a gigli
    4) lisianthus
    5) gerbere.
    Come si può notare, si regala una tipologia floreale molto diversa da ciò che si coltiva per il piacere del proprio occhio (e del proprio animo), e per questo azzardo un’idea di connubio fra il nostro operato (trasmissioni omaggi floreali) e quello della Bakker: perchè non inviare con i fiori anche i semi di queste meraviglie, come la Queen of Night, per abituare tutti a particolari coltivazioni in casa e rendere sempre più lieti i nostri balconi, le nostre terrazze e i nostri giardini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *