Alla Fiera di Milano il 27 febbraio c’è “My Plant & Garden”

myplantandgarden520

Si propone come vetrina per il florovivaismo Made in Italy e l’architettura verde il nuovo Salone dedicato ai professionisti di piante e fiori ma che si apre anche al pubblico. Myplant&Garden infatti debutta alla Fiera Milano il 25 e continua fino al 27 febbraio, giornata finale in cui la manifestazione apre le sue porte al grande pubblico.

La rassegna, che ha ottenuto il patrocinio di Expo 2015, del ministero delle Politiche Agricole e Forestali e di Regione Lombardia, presenta su 18mila metri quadrati circa 300 espositori di cui una ventina dall’estero e intende colmare un vuoto, fortemente avvertito dagli operatori, di visibilità internazionale del florovivaismo italiano che pure ha grande importanza nel mercato europeo. La produzione italiana di fiori e piante in vaso e l’indotto (vasi, sementi, terriccio) vale infatti 3 miliardi di euro, con l’export pari a 670 milioni (oltre il 10% del totale agricolo esportato) e un import di 483milioni.

“C’è un rinnovato interesse nel nostro Paese e nel mondo per il verde – ha detto l’amministratore delegato di FieraMilano Enrico Pazzali presentando Myplant&Garden – e tanta attenzione per il design, l’architettura di ogni parte interna ed esterna della casa e quindi appunto nella progettazione e realizzazione di terrazzi e giardini. Con questa nuova manifestazione FieraMilano si pone l’obiettivo di mettere in condizione il nostro mercato e le aziende italiane di incontrare un pubblico internazionale”.

La rassegna “contaminerà” la città di Milano anche con uno spazio fuorisalone, grazie a due grandi installazioni floreali, a forma di cuore verde, in corso Garibaldi e a piazza XXV Aprile.

Il sito della rassegna: www.myplantgarden.com

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Alla Fiera di Milano il 27 febbraio c’è “My Plant & Garden”

  1. peccato non essere presente, sia per l’aspetto coreografico che sarà sicuramente di notevole impatto visivo, sia per quello prettamente commerciale, vista la presenza di numerosi operatori e delle potenzialità che esprimeranno.
    Mi piacerebbe esserci in futuro, quando potrò partire da Tenerife e riscoprire la bellezza dell’Italia e delle creazioni floreali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *