I droni? Potrebbero seminare un miliardo di alberi

droni_alberi520

Piantare un miliardo di alberi all’anno grazie ai droni. E’ questa la proposta di Lauren Fletcher (nella foto), a capo della sua azienda, la BioCarbon Engineering, che sta cercando un modo per moltiplicare gli alberi a basso costo. E secondo l’ingegnere inglese che ha trascorso 20 anni alla Nasa, la tecnologia dei droni è l’unica in grado di assicurare migliaia di nuovi impianti, anche in aree molto difficili da raggiungere, senza l’impiego di forza lavoro umana. I droni “contadini” di Fletcher sarebbero in grado, mappando il terreno con una precisione assoluta, di seminare nuovi alberi: individuata la posizione, “sparerebbero” nel terreno capsule biodegradabili contenenti i semi delle specie più adatte e una riserva in idrogel di sostanze nutritive che assicurerebbero immediatamente lo sviluppo delle piantine, senza alcuna cura.

Fletcher assicura che i suoi droni riuscirebbero a seminare 36mila alberi al giorno, contro i 3mila che sono in grado piantare due persone, con un costo massimo del 15% della somma che occorre attualmente per la stessa attività. La BioCarbon con il suo avveniristico progetto ha vinto 100mila euro all’edizione 2015 dell’Hello Tomorrow Challenge e sta già lavorando con organizzazioni non governative nella Foresta Amazzonica in Brasile.

droni_alberi1

La deforestazione è un problema molto sentito, soprattutto adesso che ogni giorno sulle notizie di cronaca se ne toccano con mano gli effetti disastrosi. La riduzione del numero degli alberi, così preziosi per la vita umana grazie alla produzione di ossigeno e a tutti gli altri benefici che apportano al pianeta, porta alla destabilizzazione dei terreni, all’impoverimento della biodiversità e della fertilità del suolo, al mancato contrasto dell’effetto serra e del riscaldamento globale, oltre a pesanti conseguenze sul ciclo dell’acqua a livello globale. Inoltre, quando impatta sulle foreste primigenie, ci priva di specie vegetali che potrebbero contenere sostanze vitali per combattere nuove e vecchie malattie. I droni potrebbero diventare la chiave di una riforestazione per la prima volta in scala industriale.

Il sito della BioCarbon: www.biocarbonengineering.com

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *