Ecco le fioriere di fine inverno per un balcone che pensa alla primavera!

fioriere_fineinverno520

E’ vero, ancora temiamo l’arrivo improvviso di giornate fredde e di gelate notturne non fidandoci di questo inverno così strano, secco e mite, ma in realtà Madre Natura già ci avvisa con piccoli fiori dai colori vivaci che l’inverno sta per finire. Primule e violette sono perfette per il balcone in questa stagione perché non hanno paura dei ritorni di freddo, che superano senza problemi. Sono dunque loro le protagoniste floreali di questo nuovo appuntamento della rubrica su Fiori&Foglie creata in partnership con il giardiniere Degni e i garden Viridea. Se avete voglia di far diventare verde il vostro balcone in questi mesi, seguiteci anche questa volta!

FIORIERE DI FINE INVERNO: le piante
– Leucothoe ‘Rainbow’ (circa 12 euro)
– Photinia nana (circa 8 euro)
– Carex ‘Evergold’ (circa 6 euro)
– Vinca minor ‘Illumination’ (circa 7 euro)
– Convallaria nana (circa 1,90 euro)
– Primula (circa 2 euro)
– Violette (circa 1 euro cad.)

Spesa stimata: le piante scelte sono poco costose se tenete conto che vivono per molti anni e che potrete agevolmente sostituire nel tempo primule e violette quando si esauriscono.

COMPORRE LE FIORIERE
Per questo appuntamento della nostra rubrica vi proponiamo 3 vasi di plastica di diverse dimensioni e forma tradizionale ma della stessa tinta – una tonalità di verde discreta e moderna, da accostare in un angolo ombreggiato del balcone o del terrazzo. Per popolarli abbiamo scelto piante che si adattano perfettamente a spazi che godono del sole solo per mezza giornata. Ricordatevi di stendere sul fondo dei vasi, forati, uno strato di qualche centimetro di palline di argilla espansa, e poi aggiungete il terriccio. Importante: in questo caso optate per il terriccio acido, specifico per azalee e rododendri (c’è scritto sulla confezione), molto facile da trovare nei garden. Collocate dietro l’arbusto più alto: nei due vasi a cono si tratta del Leucothoe e della Photinia nana. Di fronte, sul davanti, aggiungete il Carex variegato e, a riempire gli spazi, Primule  e Violette. Per la cassettina in primo piano, molto ristretta, niente arbusti ma solo un mix di piantine basse: la Vinca usata come tappezzante ricadente, violette, primule e a riempire i vuoti, qualche ciuffetto verde bosco di Convallaria nana.

CURARE LA FIORIERA:
Leucothoe, Photinia e Carex sono la “struttura” di queste fioriere a vaso per la fine dell’inverno: sono tutte piante perenni a crescita lenta che non temono né freddo né gelo. Potranno decorare meravigliosamente un angolo ombroso del vostro balcone tutto l’anno, mantenendo le foglie anche nella “brutta” stagione. Dal punto di vista estetico gli abbinamenti scelti richiamano i toni della stagione e la variegatura abbastanza particolare del Leucothoe ‘Rainbow’, con marezzature sulle foglie che vanno dal porpora al giallo crema e gli steli rossastri, riprese per le tonalità scure da quelle coriacee della Photinia e per quelle più chiare dai “fili” del Carex, piccola e interessante graminacea sempreverde molto resistente. Per quanto riguarda l’annaffiatura, in questo mese stanno tornando le piogge, ma in caso ci sia secco per lunghi periodi, ricordate di bagnare i vasi ogni 10-15 giorni.

Ti sono piaciute le Fioriere di Fine Inverno?
Allora dai un’occhiata anche alle altre “puntate” della rubrica di Fiori&Foglie per balconi e terrazzi!
Balcone d’inverno verde e bello dal nord al sud
Balcone fashion d’inverno

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *