A papà regaliamo un bonsai di Ficus Ginseng

papa_bonsai_ficus520

Nella Giornata del Papà un pensiero da parte della famiglia è sempre gradito. Fiori&Foglie ovviamente non può che suggerirvi un’idea verde, ma tenendo conto del significato che comunicherà al vostro papà la pianta che andrete a scegliere per lui. E tra tutte, uno dei candidati più interessanti è il Bonsai di Ficus Ginseng: con sé questa pianta porta un implicito augurio di lunga vita e salute. Non potete sbagliare nel riconoscerlo: la sua forma è unica. Grosse radici in primo piano su un tronco corto e tozzo richiamano curiose forme umanoidi, esattamente come succede per la famosa radice di ginseng (Panax ginseng), in un mini-albero che attira lo sguardo e fa simpatia a prima vista. La tecnica bonsai poi permette di tenere questo meraviglioso albero tropicale, in natura alto anche 25 metri e largo altrettanto, in un comodo vaso sulla scrivania!

Tra i più facili da curare (e non si può dire altrettanto di molte specie coltivate con questa affascinante tecnica), e i più economici – che non guasta di certo (si trovano tranquillamente esemplari sui 20 euro) – il bonsai di Ficus Ginseng chiede una posizione molto luminosa e tanta umidità. L’inverno in casa e l’estate fuori all’ombra gli permetteranno di crescere sano e forte per molti anni. Vigoroso, ogni tanto va mantenuto sotto controllo eliminando le foglie più grandi. Mantenere il terriccio sempre leggermente umido lo renderà felice, ancora di più se ne vaporizzerete spesso le foglie con acqua demineralizzata. Il basso contenuto di calcare eviterà così di lasciare macchie sulle belle foglie lucide dell’albero in miniatura!

Inoltre se il vostro esemplare di Ficus microcarpa, questo è il suo nome botanico, si troverà perfettamente a proprio agio, darà vita a radici aeree che spunteranno direttamente dalla chioma verso il basso, rendendolo così ancora più bello. Un dono vegetale che con il tempo può solo acquistare valore! E tanti auguri di lunga vita a tutti i papà 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *