Un eden tutto verde in un terrazzo di 30 mq in centro città

terrazzo30mq520

I nostri outdoor casalinghi il più delle volte nascono e si evolvono seguendo le nostre passioni: piante e arredi sono dunque frutto dei nostri gusti del momento, più che risultato di un’attenta pianificazione. In questa prima puntata della nuova rubrica di Fiori&Foglie dedicata a come rendere più verdi e più belli balconi, terrazzi e piccoli giardini di città, prenderemo in esame un terrazzo urbano di 30mq di un appartamento in centro nato così. Di questo eden tutto verde Alice Strada di VerdeOfficina, che lo ha ridisegnato, ci descrive il “prima” e il “dopo” dell’intervento. Curiosi?? Andiamo a scoprirlo!

Il terrazzo prima dell'intervento

UN TERRAZZO RIVISITATO
Il terrazzo è cresciuto di pari passo con la passione per il verde della proprietaria, che però ad un certo punto, con tante piante grandi ma scompagnate, ha sentito l’esigenza di rivolgersi a dei professionisti per migliorarlo. I desiderata erano chiari: dare allo spazio esterno un assetto più organico ed esteticamente più gradevole, introdurre piante con fioriture scalari e ottimizzare l’area della zona pranzo. Il terrazzo si trova all’ultimo piano, esposto a Nord ma luminoso. Per Alice non si trattava in questo caso di creare un progetto da zero, ma di dare armonia a qualcosa di già esistente operando anche una selezione tra le piante presenti, privilegiando quelle che si erano ambientate meglio durante gli anni e inserendo nuove specie per dare interesse durante i periodi “scoperti”.

PIANTE Sì, PIANTE No
La prima fase del progetto dunque è stata quella di scegliere quali piante tenere ma anche quelle alla quale cambiare semplicemente collocazione: con uno spazio più libero e definito è stato più semplice riorganizzare gli spazi. E’ emersa dunque la necessità di creare una quinta vegetale nel lato lungo del terrazzo, al fine di creare l’illusione di trovarsi immersi in uno spazio più grande e accogliente.

Il terrazzo dopo l'intervento

lampadina100VASI E FIORIERE? COLORIAMOLI!
Per rendere più armonioso il verde, Alice e Sandro hanno optato per la sostituzione di alcuni vasi con fioriere su misura in acciaio ma hanno anche recuperato alcuni vasi già presenti colorandoli. Si tratta di un’ottima idea, che permette risparmio ed evita il lavoro di sostituzione: da copiare!

ADDIO VASI SINGOLI
Per ottimizzare la zona pranzo sono state posizionate nuove fioriere in cui sono state messe a dimora molte piante che prima erano nei vasi singoli (ad esempio camelie e gelsomini), aggiungendo erbacee perenni e tappezzanti alla base.

NUOVE PIANTE
Sono state aggiunte infine nuove piante tra cui ortensie (Hydrangea paniculata, Hydrangea quercifolia, Hydrangea petiolaris) e specie di dimensioni contenute che amano luoghi ombreggiati e resistono al gelo mantenendo le foglie: Ceratostigma plumbaginoides (fiori blu), Vinca minor (tappezzante), Sarcococca hookeriana (fiori profumati in inverno), Euphorbia amygdaloides ‘Robbiae’ (fogliame decorativo), Geranium x cantabrigiense ‘Biokovo’ , Iris japonica, Ellebori.

RISULTATO? UN’OASI IN CITTA’
Il terrazzo, già luogo piacevole, è diventato uno spazio più vivibile e rilassante, con piante ordinate e verdi tutto l’anno. Questo risultato è stato possibile grazie ad un progetto estetico che ha riordinato sia la parte viva che l’arredo. Sicuramente la proprietaria ora avrà a disposizione un outdoor ancora più affascinante e armonico in piena città, ricco di interesse e stimoli durante tutte le stagioni, in cui accogliere con piacere amici e parenti.

….Alla prossima puntata 😉

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *