Tornano all’antico splendore le serre di orchidee di Villa Litta

Scintillano al sole di una frizzante primavera le eleganti vetrate curvilinee delle costruzioni a serra nel verde del giardino storico di Villa Litta di Lainate, presentate alla stampa venerdì scorso, 16 aprile (guarda gli scatti in diretta di Fiori&Foglie su Istagram), in tutto il loro splendore, ritrovato dopo un corposo restauro. Per l’occasione, dopo il taglio del nastro del Sindaco di Lainate Alberto Landonio, le due serre liberty sono state presentate ai visitatori in grande spolvero con una mostra dove orchidee di tutte le forme hanno dato spettacolo di loro stesse, ambientate in fiore tra legni e piante tropicali, in uno sfolgorio di forme e colori.  

Finanziata da Fondazione Cariplo, l’operazione di ripristino delle serre di epoca liberty della splendida Villa a due passi da Milano – famosa per il suo parco storico e per il meraviglioso Ninfeo, ricco di sorprendenti giochi d’acqua – non è stato un semplice recupero del passato. Le serre di fronte alla maestosa Fontana del Tritone sono state rimesse in attività per funzionare, quindi rese moderne dal punto di vista tecnologico degli impianti e delle tubazioni.

vanda_asconcenda_villalitta

Tra le orchidee di Villa Litta, un ibrido di orchidea Vanda di una tonalità violacea quasi nera

LE SERRE DI VILLA LITTA OGGI
E’ vero, non saranno più il luogo dove coltivare ananas per i banchetti dei nobili antichi proprietari come accadeva ai tempi della loro edificazione nel 1837, ma torneranno però a far crescere affascinanti orchidee tropicali come ai tempi della Famiglia Toselli (proprietari della Villa nel 1932 che già le coltivavano) e si candideranno come location per eventi e per la didattica botanica. I tre macroambienti climatici realizzati oggi al loro interno assicurano grande varietà nelle specie che troveranno lì un habitat perfetto, grazie all’impianto di luci a led, i vetri basso emissivi e l’impianto di vaporizzazione, ventilazione e il riscaldamento a gas.

PATRIMONIO DI BELLEZZA
Un grande lavoro di recupero che aggiunge un altro tassello al restauro del prestigioso complesso di Villa Litta, portato avanti con la passione e la volontà, nel corso di lunghi anni, del Comune di Lainate, proprietario della Villa, e dell’Associazione Amici di Villa Litta, in una inconsueta quanto proficua collaborazione tra pubblico e privato. Sicuramente un esempio vincente che riporta al Belpaese il valore del suo unico patrimonio di bellezza e di storia: da copiare!

VISITA ALLE SERRE
Se volete ammirare di persona le Serre Liberty restaurate di Villa Litta
, c’è una bella occasione a breve: il 23-24-25 aprile saranno visitabili durante la manifestazione “Ninfeamus”, mostra-mercato di piante e fiori. Tutte le info su: www.ninfeamus.it

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *