‘Jacques Cartier’, la rosa antica per i balconi moderni

jacquescartier520

Antica sì, ma perfetta per i piccoli spazi e molto, molto generosa: la rosa ‘Jacques Cartier’, dedicata all’omonimo esploratore francese vissuto nel XVI secolo, non delude mai. Le rose del fiorista, quelle moderne che ci vengono subito in mente quando si parla della Regina dei fiori, non sono sempre una scelta azzeccata per i nostri spazi verdi. Rami rigidi e forme sgraziate spesso penalizzano l’estetica del cespuglio, nonostante i bei fiori. ‘Jacques Cartier’ è di un’altra pasta: una rosa con il fascino di quelle antiche e tutti i plus delle rose moderne. Ci parla di questa meraviglia romantica la nostra esperta Elisabetta Pozzetti, per l’imperdibile appuntamento con la rubrica ‘Rose Perfette‘ di Fiori&Foglie: pronti a seguirla?

jacquescartier400LA ROSA ‘JACQUES CARTIER’
Sensuali corolle appiattite che si schiudono da un bocciolo arrotondato, che aprendosi lascia man mano intravvedere l’opulenza, e la quantità (oltre 41), dei suoi petali arrotondati di colore rosa intenso brillante, più scuri al centro e sfumati verso i bordi, che si dispongono a forma di rosetta in una massa arruffata intorno a un bottone centrale, che si aprirà solo a fioritura completamente avvenuta, trascolorando in un tenero rosa pallido. I fiori sono piuttosto grandi, circa 9 cm, e intensamente profumati: checché ne dicano famosi scrittori, il mio naso sente un buon profumo dolce, soprattutto ad inizio fioritura e nelle ore più fresche della giornata.

PREGI, PERCHE’ COMPRARLA
‘Jacques Cartier’ è una rosa arbustiva di dimensioni medie (poco più di un metro), ordinata e compatta, sana, ottima per la coltivazione in vaso (capiente, però!), e altrettanto in giardino, dove si presta a formare piccole ordinate bordure en masse oppure come rosa da primo piano. È una pianta che non è mai senza fiori, anche se bisogna ammettere che le grandi fioriture, quelle che riempiono gli occhi e ti lasciano senza fiato, si ripetono a ondate intervallate. Le più belle sono in primavera e in particolare in autunno, quando il sole è meno forte e il colore rosa è più intenso.

ROSA ‘JACQUES CARTIER’, COME CURARLA
La rosa ‘Jacques Cartier’ si adatta ad essere coltivata in qualunque tipo di terreno e non richiede grandi cure, è rustica e si adatta bene ai climi freddi. Richiede una minima potatura a fine inverno: tagliate qualche ramo più vecchio per incoraggiare la crescita di quelli giovani. Vale sempre il piccolo trucco di eliminare i fiori appassiti per favorire la nascita di nuove corolle.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *