Se l’assessore coltiva la cannabis

cannabis_manette520

Ebbene sì, succede anche questo. Colto in flagranza di reato con la canna (da giardino…) in mano mentre irrigava le sue 300 piante di canapa indiana che coltivava con il fratello. E’ successo sabato 2 luglio in un centro della provincia  di Messina, nell’ambito di  un’operazione di controllo, condotta anche con l’ausilio del nucleo elicotteri dello squadrone ‘Calabria’, in diverse zone impervie del comprensorio in seguito all’agguato nei confronti del presidente del Parco dei Nebrodi, Giusepe Antoci.

A leggere questa notizia sembra di guardare un film in stile “L’erba di Grace”, senza però la scusa di dover pagare il mutuo di casa… Le piante di due metri dell’assessore venivano coltivate in un’area a ridosso di un torrente, mimetizzate dalla fitta vegetazione circostante. I due “giardinieri alternativi” alla vista dei carabinieri hanno cercato di darsela a gambe, ma sono stati inseguiti e bloccati dai militari. L’assessore, di cui non è stata ancora resa nota l’identità, ha 27 anni, il fratello 21.

Assessore molto giovane. Che fa politica con una canna tra le labbra.

Ehm. Non proprio il nuovo che avanza…

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *