In Italia è arrivato il punteruolo nero: e Striscia la Notizia ci aveva avvisato!

punteruolonero_striscia510Dopo quello rosso, l’insetto killer delle palme si ripropone in una nuova veste: con il cugino più piccolo, il punteruolo nero. Segnalato in un giardino privato di Bordighera, il coleottero originario del Messico ha toccato suolo italiano e promette morte e distruzione vegetale. Ma stavolta le ignare vittime saranno le piante grasse: la sua passione infatti sono agavi, yucche e cordilinee, più che piante, delle vere e proprie sculture viventi che non temono nulla e nessuno – almeno, fino ad ora – e sono parte indelebile dei panorami marini dello Stivale, con le loro foglie carnose e i loro incredibili fiori statuari alti anche sei metri. Insomma, possiamo dire che tra quello rosso e quello nero, sembra che gli insetti abbiano deciso di mettere sotto feroce attacco il paesaggio tipico delle nostre coste. Ma Striscia La Notizia aveva dato l’allarme…

agavi_liguria510

Agavi in Liguria

Una strage di palme senza precedenti è stato l’effetto immediato dello sbarco in Italia del punteruolo rosso, coleottero asiatico contro cui è in corso una strenua lotta dagli esiti ancora incerti. Filari lungo il mare, piazze e vie in cui le belle fronde erano protagoniste si sono ridotti a luoghi desolati, con piante sofferenti o del tutto secche. Solo a Sanremo sono stati uccisi 500 esemplari, sfigurando la città. Vedremo accadere lo stesso alle imponenti agavi che crescono vigorose, quasi capolavori di design che si stagliano contro il cielo azzurro nelle nostre regioni più calde lungo i pendii e le massicciate delle ferrovie o a corona dell’arida roccaglia?

punteruolonero_striscia

Il grido d’allarme per l’oscuro cugino del killer delle palme però era già stato dato qualche mese fa in un servizio del tg satirico Striscia La Notizia, dove Capitan Ventosa ha presentato la nuova minaccia grazie alle parole del presidente del Centro studi delle palme di Sanremo, Claudio Littardi e dei ricercatori francesi che combattono da tempo contro il punteruolo nero.

agavi510

agave_fiore150

L’infiorescenza statuaria dell’agave

In Francia per ora non è ancora stato trovato un insetticida efficace contro il punteruolo nero, che purtroppo condivide le pessime abitudini del cugino rosso – in particolare la capacità di divorare dall’interno, sotto forma di fameliche larve, i tessuti vegetali – ed è in grado, se possibile, di peggiorarle. Il coleottero infatti trasmette un batterio che porta i tessuti vegetali ad una veloce marcescenza, uccidendo quindi ancora più velocemente le piante che attacca.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “In Italia è arrivato il punteruolo nero: e Striscia la Notizia ci aveva avvisato!

  1. Io ho salvato la mia palma, che era già stata attaccata dal punteruolo rosso, cospargendo il tronco con calce idrata in modo da chiudere tutte le possibili vie di accesso alla pianta. Inoltre ho avuto modo di provare che il punteruolo rosso a contato con la calce muore all’istante. Chiaramente tale metodo è applicabile per palme non troppo alte, per chiare difficoltà di logistiche. Unico inconveniente è che la palma acquisterà un aspetto “natalizio”, ma in attesa di un valido rimedio, nel frattempo, si salva la pianta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *