Crolla l’albero-tunnel, la sequoia millenaria più famosa della California

E’ crollata di schianto sotto le fortissime piogge che da qualche tempo si abbattono nella zona dopo una lunga e tremenda siccità: parliamo del Pioneer Cabin Tree, la sequoia gigante con un tronco talmente enorme che si poteva attraversare in auto. Aveva oltre mille anni ed era diventata il simbolo del Calaveras Big Trees State Park, uno dei meravigliosi parchi nazionali americani che ospitano veri e propri monumenti vegetali viventi. Sul finire del XIX secolo, nell’immenso tronco di questo esemplare era stato scavato un foro creando alla sua base una sorta di tunnel visitato da migliaia di curiosi e visitatori.

Una foto scattata si pensa tra il 1864 e il 1874 che ritrae l’enorme albero, in cui stanno comode oltre 10 persone

La sequoia si è schiantata domenica 8 gennaio, ha precisato un volontario del parco, Jim Allday. Non si conosce l’età precisa della pianta, ma secondo il Los Angeles Times potrebbe avere mille anni. L’evento è stato subito segnalato nella pagina social dell’associazione del Parco di Calaveras e il post su Facebook ha contato oltre 10mila visualizzazioni quasi 20mila condivisioni, con tanti R.I.P. (rest in peace), quasi che il grande albero fosse una persona.

Molti postano ricordi e foto di quando hanno potuto ammirarlo in passato, sin da giovanissimi, in viaggi di famiglia. “E’ un po’ come se qualcuno fosse morto in famiglia”, ha detto Joyce Brown, 65 anni, insegnante in pensione che ha visto la prima volta l’albero quando aveva 12 anni. “Ho viaggiato in 70 paesi, ma camminare dentro l’albero e toccarlo è stato un momento memorabile, qualcosa che non si dimentica”, ha aggiunto John Ripper, 55 anni di Northville in Michigan.

Il tronco di una sequoia

Molti rimpiangono di non aver visitato il parco prima, mentre altri esprimono dubbi in merito al tunnel scavato dentro all’albero: sarà questo gesto ad averlo indebolito? In ogni caso l’enorme albero probabilmente non verrà spostato dalla posizione in cui è caduto. Secondo la Pagina Facebook, la sequoia gigante verrà lasciata a decomporsi nel parco, diventando cibo e tana per gli animali, continuando così a dare ancora per molti anni il proprio contributo al ciclo naturale del parco. Ma molte sono le proposte per prolungare in un altro modo la vita del venerando patriarca vegetale: per esempio ricavando sottili lastre del tronco per inviarle alle scuole perché i bimbi ne capiscano l’importanza, oppure spedirle a chi vuole un ricordo dell’Albero, magari dopo averlo visto di persona in vita.

 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *