Ricaricare il cellulare? Basterà collegarlo ad una pianta

Le piante possono produrre elettricità e diventare così “pile viventi” in grado di ricaricare uno smartphone. O mille altre cose, ben più grandi. Persino una casa intera. Il rivoluzionario sistema che trasforma i vegetali in produttori di corrente elettrica è fondato sulla fotosintesi ovvero sulla capacità delle foglie di funzionare come pannelli solari e creare energia. Il sistema per sfruttare questa energia basata sulle piante viene presentata in questi mesi in tutto il mondo da Arkyne Technologies, una premiata start up composta da un gruppo di giovani motivati ricercatori spagnoli esperti in nanoscienze e informatica applicate allo sviluppo di energie rinnovabili.

Grazie al crowfunding a tempo record sono stati trovati i fondi che hanno dato vita a Bioo Lite, un ingegnoso meccanismo fatto di plastica e circuiti che costituisce una vera e propria batteria biologica. E’ composto da un accumulatore alla base di un vaso che ospita una pianta verde a cui ci si può collegare tramite un semplice cavetto usb per ricaricare il proprio smartphone. Una pianta d’appartamento riesce a produrre ogni giorno dai 3 ai 40 watt pari a 2-3 ricariche, senza nessun danno per la propria fisiologia. Pura elettricità da un essere vivente: anche a voi viene in mente la trilogia di “Matrix“?

Ma l’idea non si limita alla ricarica del cellulare o di piccoli device. La start up ha ideato anche un biopannello, basato sulla medesima logica, che può funzionare ovunque, anche in un prato o un campo agricolo, utilizzando della comune erba.

E la tecnica che sfrutta “l’energia più verde del pianeta” fa intravvedere utilizzi più ampi e ancora più interessanti, estendendosi a considerare un bosco un vero e proprio fornitore di energia pulita facilmente utilizzabile. Sperimentazioni in questo senso si stanno già facendo nei parchi di Barcellona. Il progetto, affermano i ricercatori, intende favorire la messa a dimora di nuovi alberi  e arbusti perché vede le piante non solo come produttrici di cibo come in passato, ma come la chiave energetica delle nostre città del futuro.

Si dice spesso che se gli alberi fornissero accessi wi-fi, se ne pianterebbero a migliaia ovunque. Ecco, forse ci siamo vicini… 

Il sito di Bioo.tech: www.bioo.tech
La Pagina Facebook: www.facebook.com/pg/arkynetechnologies/

Share on Facebook0Share on Google+2Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *