Legambiente: risparmiare l’acqua in città anche grazie ai tetti verdi

Grazie ai tetti verdi si recupera l’acqua piovana: secondo Legambiente i cosiddetti “giardini pensili” in città e nei condomini sono un ottimo strumento contro la crisi idrica che sta facendo sentire più che mai il suo arido “morso” al Belpaese. Come mai i tetti verdi possono aiutarci? Legambiente sottolinea che queste superfici, se gestite a verde, possono dare anche un contributo fondamentale per la gestione degli eventi meteorici estremi.

Grazie alle coperture verdi di case, condomini, capannoni ed edifici, le piogge sempre più intense conseguenti al cambiamento climatico non vengono subito scaricate a valle gonfiando i torrenti, ma vengono in parte ‘raccolte’, accumulate e restituite lentamente. Oltre a garantire un buon isolamento termico degli edifici, quindi, le coperture verdi possono contribuire a modificare la risposta idrologica delle zone urbane.

Peraltro i tetti verdi possono ospitare serbatoi per raccogliere l’acqua piovana che può essere poi utilizzata per lavare l’auto e irrigare il giardino. Del resto è cosa nota: che si trasformino in giardini veri e propri, con piante e arbusti, diventando aree di relax per i condomini, oppure ospitino piante di semplice copertura, i tetti verdi possono aiutare la città in moltissimi modi, contrastando fortemente il fenomeno dell’isola di calore.

Tra gli altri consigli, l’associazione ambientalista ribadisce l’urgenza di fermare il selvaggio consumo di suolo e di ripensare ad una pianificazione territoriale e urbanistica più sostenibile applicando le tecniche e i materiali che permettano uno sviluppo urbano che garantisca la permeabilità delle superfici e favorisca la laminazione delle acque.

Legambiente sottolinea l’importanza per i condomini 2.0 di recuperare e riutilizzare le acque grigie (quelle che provengono da lavabi e docce) depurate e le acque reflue per usi non potabili e sostiene che è necessario inserire il tema del risparmio idrico nei regolamenti edilizi, in modo che si possano adottare soluzioni a sistema contro lo spreco idrico nelle aree urbane.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Legambiente: risparmiare l’acqua in città anche grazie ai tetti verdi

  1. bisogna però anche valutare i carichi strutturali prima di giridare al miracolo e a dire giardini pensili per tutti e valutare l’impatto economico per gli utenti dei condomini.

    • Certo Luca, i professionisti del verde pensile fanno prima di tutto una valutazione precisa della portata della soletta, che comunque è possibile anche potenziare, in spazi circoscritti. L’impatto economico va sicuramente soppesato: l’importante è che nella valutazione vengano economicamente calcolati anche i benefici che un verde di questo tipo apporta in termini di: consumo elettrico per i condizionatori, gestione efficiente dell’acqua che non logora le superfici edilizie, di purificazione dell’aria, di spazio compiutamente sfruttabile dai condomini, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *