Alberi di Firenze: schianta l’ippocastano difeso dal comitato contro gli abbattimenti

“Mi ha colpito molto vedere quel grande albero di viale Corsica accasciarsi per il temporale. Se ci fosse stato qualcuno sotto, chissà che tragedia ci troveremmo a piangere oggi. Era uno degli alberi che dovevamo abbattere nel nostro piano che prevede l’abbattimento di 200 piante e di ripiantumazione di 800.” Sono le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella, che rivendica la correttezza dell’operazione di rinnovo delle alberature cittadine contro cui in questi mesi si è costituito un comitato di cittadini. Continua a leggere

Estate bollente? Perfetta per le cipolle… egiziane (nel piatto e sul balcone)

A lei il caldo non dà fastidio e nemmeno la siccità. Per l’intrigante protagonista di questo piatto di “Puntarelle di cipolla egiziana ligure in insalata, con favette fresche e viole del pensiero“, l’estate bollente che stiamo attraversando è perfetta, sia per crescere che per apparire sulle nostre tavole, raccolta direttamente nell’orto o …dal vaso sul balcone. Perché di lei non si mangia solo il bulbo ma anche le foglie e i fiori! E poi si chiama “egiziana” ma si coltiva in Liguria… Come si fa a godersela nei vasi e nei piatti Fiori&Foglie l’ha chiesto a Marco Damele, “paladino” esperto ed entusiasta coltivatore (oltre che co-autore di un libro a lei dedicato): ecco le sue preziose indicazioni! Continua a leggere

Milano, l’estate delle aiuole selvagge

Da quando l’erbicida di sintesi, a base del principio attivo glifosato, è stato vietato negli spazi pubblici perché sospettato di effetti cancerogeni, le aiuole in grandi città come Milano, Roma e Torino, sono diventate aree selvagge dove l’erba cresce alta, a volte a tal punto da impedire la visibilità. Mentre la pericolosità dell’erbicida più usato al mondo è ancora in discussione, i comuni cercano strade alternative per controllare le malerbe in strade e viali urbani. Ma il compito, come attesta il panorama in questi mesi, non si è rivelato affatto semplice. Continua a leggere

Troppa siccità: gli alberi muoiono per embolia

Gli alberi preda della siccità muoiono per embolia: è la scoperta di un gruppo di ricercatori americani e australiani, risultato di uno studio pubblicato sulla rivista Nature Ecology and Evolution. In pratica se la pianta perde troppa acqua troppo rapidamente, al suo interno si forma una bolla d’aria che impedisce di trasportare l’acqua dalle radici alle foglie. Ricerche come queste sono alla base della valutazioni operate dalla comunità scientifica sugli effetti globali della siccità, in aumento sul pianeta. Continua a leggere

Sanseveria con le punte colorate? Anche no.

Puntano sull’acquisto d’impulso, sull’oggetto di design: intriganti quel tanto che basta per essere decorative in un angolo della libreria o su una mensola di cristallo. Ma sono piante vive. L’ultima novità in ordine di tempo? La Sanseveria (o Sansevieria) con le punte colorate. Ideata da un produttore olandese, questa bella specie che in natura ha foglie verde bottiglia a forma perfettamente cilindrica, esibisce per il pubblico contemporaneo estremità artificialmente colorate con una pittura a effetto velluto. Ma spesso ci si chiede: la Sanseveria dalle punte colorate è un buon acquisto? La risposta di Fiori&Foglie è “Anche no”: perché? Continua a leggere

Gardensharing, la nuova tendenza vacanziera che condivide gli spazi verdi

Il tuo giardino diventa un business per i turisti fai-da-te. E’ il gardensharing l’ultima frontiera in ordine di tempo nata grazie alle nuove tecnologie. E coinvolge le aree verdi private. Che si tratti di un prato, un giardino, un parco, una vigna o un’azienda agricola o un bosco, basta possedere uno spazio aperto per diventare “gardensharer”. L’idea di una piattaforma web, che funziona sul modello di Airbnb dedicata però alle vacanze outdoor, è di una start-up premiata dal contest promosso dal Ministero dei Beni culturali e del Turismo (Mibact). Appena nata, conta al momento circa 200 annunci sparsi in località di tutta Italia. Continua a leggere

I peri da fiore conquistano le città

Sono la prima scelta delle amministrazioni comunali e piano piano stanno comparendo in serie in mille viali cittadini prima dominio di alberi del tutto diversi, ben più imponenti di loro. Dove un tempo svettavano corpose chiome e grandi tronchi di platani, bagolari, tigli, adesso si stagliano le sagome esili ed eleganti dei nuovi protagonisti delle nostre città: i peri da fiore. Continua a leggere