Orto in vaso: cosa e quando seminare sul balcone

Tra i buoni propositi del Nuovo Anno avete per caso messo anche l’orto sul balcone? Sì, dai! 😉 Se la sfida vi stuzzica, ecco 6 dritte per prepararsi al meglio e, con il Calendario delle semine di Fiori&Foglie alla mano, sarete presto pronti a cimentarvi in un’attività prodiga di relax e calibrate soddisfazioni. Pronti?? ….Via!

Si parte da un dato di fatto: non aspettatevi di produrre sul balcone tonnellate di verdure o di smettere di fare la spesa. L’orto sul balcone è prezioso perché ci permette di coltivare specie orticole di particolare pregio, e di farlo in modo biologico, non di produrre enormi quantità. Inoltre mettete in conto un minimo di esperienza per capire quale sarà la disposizione spaziale ottimale dei vostri ortaggi. Con la pratica imparerete presto moltissime cose: che le varie specie hanno differenti cicli di crescita. Alcune si raccolgono nel giro di 15 giorni (il lattughino da taglio, per esempio), altre ce ne mettono anche 90 e più. Che alcune amano i mesi più freschi, altre crescono bene solo quando fa già caldo. Che il sole per quasi tutte è fondamentale. E tanto altro: c’è un modo là fuori!

Ecco 6 dritte che potrebbero semplificare la vita del provetto ortista urbano:
1) il modo più facile per partire è acquistare nei garden piantine da orto già pronte da trapiantare in vasi più grandi. Meglio ancora se optate per quelle innestate, più care, ma mediamente più produttive
2) il modo più economico per partire è seminare: per questo il Calendario delle semine per l’Orto sul Balcone di Fiori&Foglie vi potrà essere molto utile
3) sia da seme che da trapiantare scegliete specie a sviluppo e frutti non troppo grandi e pesanti, per evitare di aumentare di molto la manutenzione del vostro Orto sul Balcone
4) per iniziare, partite da ortaggi a ciclo breve (dalla semina/trapianto alla raccolta): danno soddisfazione in poco tempo e così vi sentirete incentivati a provare anche quelli che richiedono maggiore pazienza. Altra idea: se gli ortaggi vi spaventano, provate con le erbe aromatiche!
5) se per voi l’aspetto estetico è fondamentale, scegliete di coltivare gli ortaggi che, oltre a produrre, decorano: pomodorini, fragole e fragoline, erba cipollina, peperoncini, insalatine, bietole colorate, magari da crescere insieme a fiori commestibili come il nasturzio o le violette.
6) per partire con il piede giusto, non lesinate sulla dimensione dei vasi, la quantità d’acqua e la qualità del terriccio – sono fattori vitali per un’abbondante raccolta – e trapiantate subito le piantine dal vasetto nero del garden a quello più grande, per preservarne la salute e incentivare subito la crescita.

Intendiamoci, non tutte le orticole si adatteranno subito ai vostri spazi e alle vostre cure, ma non scoraggiatevi: potrete provarne tante diverse e di infinite varietà. Ogni anno ne escono di nuove sul mercato (alcune in versione nana o mini), pensate specificatamente per la coltivazione in vaso. Man mano opererete una selezione e, alla fine, coltiverete in vaso solo gli ortaggi che vi daranno maggiori soddisfazioni, magari “contagiando” con i vostri favolosi successi il vicino di casa!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Orto in vaso: cosa e quando seminare sul balcone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *